Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su google+
Firma la world petition!
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

2011:Anno internazionale delle foreste

12 gennaio 2011 16:22

Il 20 dicembre 2006, l’assemblea generale dell’Onu, ha dichiarato il 2011 come Anno internazionale delle foreste e ha invitato i governi, le Nazioni Unite, le organizzazioni non governative competenti e il settore privato a creare una coscienza per la conservazione e lo sviluppo sostenibile di tutti i tipi di boschi.

L’inaugurazione ufficiale dell’anno ci sarà il 2 e 3 febbraio durante il forum delle Nazioni Unite sulle foreste, a cui parteciperanno Capi di Stato e ministri e saranno presentate tutte le iniziative, i concorsi, i festival e le attività in programma.

La foreste rappresentano un patrimonio inestimabile, una fonte di vita per milioni di persone e per numerose specie vegetali e animali. Basti pensare a quelle distese di cedro dell’Himalaya, in India, habitat per scimmie, langur e pavoni reali. Le selve, inoltre, proteggono la nostra biodiversità e giocano un ruolo importante per combattere i cambiamenti climatici.

Ogni anno circa 350 km quadrati di boschi vengono distrutti perché convertiti in terreni agricoli o usati per l’allevamento del bestiame. Una perdita dovuta sopratutto a una gestione insostenibile delle risorse.
È necessario, quindi, prendere impegni concreti, e quest’anno dovrà servire a garantire alle nostre specie arboree tutta la protezione di cui hanno bisogno.

Come Fondazione UniVerde già l’anno scorso abbiamo mostrato il nostro impegno nei confronti della biodiversità e dei parchi in particolare, promuovendo diverse iniziative e convegni, come quello organizzato a luglio su: “ La difesa del patrimonio forestale“, e il concorso fotografico: “Obiettivo Terra” per  valorizzare il patrimonio dei Parchi Nazionali e Regionali italiani. Anche quest’anno continueremo a farlo.

L’Empire State si tinge di verde

10 gennaio 2011 16:27

Uno degli edifici simbolo di New York, l’Empire State Building, diventa sostenibile e punta sull’energia eolica. Il proprietario, Tony Malkin, infatti, già nel 2010 ha adottato una politica di efficienza energetica per risparmiare il 40% di consumo elettrico.

Il famoso grattacielo, il più alto della città, nel 2011 utlizzerà energia pulita per soddisfare il suo fabbisogno energetico che si aggira intorno a 55 milioni di Kw/h ogni anno, ed evitare le emissioni di 50.000 tonnellate di Co2 l’anno.

Il passaggio all’energia eolica consentirà di illuminare, riscaldare e raffreddare i 102 piani del palazzo, utilizzando anche un sistema sensoriale che sfrutterà al massimo la luce solare.

Le ragioni della decisione non sono solo ambientaliste ma anche economiche e l’intenzione è dimostarare che l’efficienza e l’energia pulita possono essere anche redditizie.