Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Parte l’8 edizione della campagna nazionale “Mediterraneo da remare” con focus “No plastic”

(ROMA, 28 giugno 2018) È stata presentata questa mattina, dalla sede galleggiante di Marevivo, l’8a edizione di “Mediterraneo da remare”, la campagna nazionale di sensibilizzazione alla tutela [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Animal Geographies/Animal Spaces

Come cambiano i rapporti fra esseri umani e animali nello spazio urbano e nello spazio rurale? Quali sono le conseguenze geografiche delle nostre scelte alimentari? [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Aiutare i nostri boschi per difendere il Pianeta

20 luglio 2011 07:38

L’anno scorso la Fondazione UniVerde insieme all’Istituto dell’Enciclopedia Italia e il Corpo Forestale dell Stato organizzò un convegno; “La difesa del patrimonio forestale a 10 anni dal decreto-legge 4 agosto 2000 n. 220, che ha introdotto il reato di incendio boschivo nel Codice Penale. per discutere dell’allarme incendi boschivi. Quest’anno i dati sui primi sei mesi del 2011 confermano un aumento degli incendi boschivi rispetto al 2010.

Negli ultimi tre anni le città più colpite dove si sono verificati il 75% degli incendi boschivi sono: Imperia, Genova, Firenze, Lucca, Perugia, Campobasso, Roma, Frosinone, Latina, Avellino, Benevento, Napoli, Casetrta, Salerno, Bari, Foggia, Taranto, Lecce, Potenza, Matera, Reggio Calabria, Cosenza, Crotone, Catanzaro.

Si rende necessario, dunque, un intervento urgente per difendere il nostro patrimonio boschivo, indispensabile per la riduzione di Co2 in atmosfera e la lotta ai cambiamenti climatici.

In basso la lettera scritta dal Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, al Ministro dell’Ambiente:

Lettera dell’On. Alfonso Pecoraro Scanio per l’On. Ministro Stefania Prestigiacomo

Dati sugli incendi boschivi:

Documentazione sugli incendi boschivi

NOTA DI SINTESI – INCENDI BOSCHIVI 2011

Rassegna stampa:

Articolo de la Repubblica del 20 luglio 2011-22

A Napoli il premio per l’innovazione solare

14 luglio 2011 14:57

A vincere il bando del Ministero dell’ambiente è stato il progetto SAHARA – Solar-Assisted Heating And Refrigeration Appliances, che ha ottenuto un contributo di 352 mila euro da parte del dicastero. Il bando intendeva finanziare progetti di ricerca per favorire l’uso di fonti rinnovabili nelle aree urbane. A realizzare l’idea vincitrice sarà il Dipartimento di energetica, termofluidodinamica applicata e condizionamenti ambientali (Detec) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II in collaborazione con l’Agenzia napoletana energia e ambiente (Anea) con l’Azienda risorse idriche napoletane s.p.a. (Arin) e con l’Idaltermo s.r.l.

Il progetto consiste nello sviluppo di un collettore solare, che sarà collocato sull’edificio dell’Arin, in grado di riscaldare, produrre acqua calda e raffrescarere attraverso l’uso di pannelli solari. Si tratta di una tecnologia che sfrutta il sistema Solar cooling (che consente di produrre freddo utilizzando energia solare), ad alta efficienza energetica, a basso costo e con un sistema di raffrescamento a impatto zero.