#ObiettivoTerra


Obiettivo Terra 2013
Get the Flash Player to see the slideshow.
Green Pride
Mediterraneo da remare

Come salvare i nostri oceani dai rifiuti?

Slat Boyant, un giovane olandese, fondatore di Ocean Cleanup Foundation, ha presentato un nuovo dispositivo tecnologico ed efficace che consente di pulire e riciclare circa [...] [leggi tutto]

Climate change, l'Italia sarà in grado di adattarsi?

Mentre l’Italia é impegnata a seguire il dibattito sulla riforma del Senato, il resto del mondo si concentra  sui dati diffusi dall’IPCC sui cambiamenti climatici, e [...] [leggi tutto]

A giugno in Italia il picco delle rinnovabili

16 giugno 2013: ricordatevi questa data. Perché quel giorno, per la prima volta e per un paio d’ore, tra le 14 e le 15, in [...] [leggi tutto]

Task Force Per un'Italia libera da Ogm

Sabato 5 aprile ci sarà una prima mobilitazione nazionale della Task Force: “Per un’Italia libera da Ogm”, promossa da una coalizione di 39 associazioni tra [...] [leggi tutto]
login

Registrati

Firma la petizione #salvArte
#salvArte
archivio
fondazioneuniverde su
seguici su
seguici su google+

L’Europa promuove le sue acque di balneazione

27 maggio 2012 10:34

L’Agenzia Europea dell’Ambiente ha diffuso l’ultimo rapporto sulla qualità delle acque di balneazione in Europa nel 2011. Una buona notizia: l’estate di quanti hanno progettato una vacanza al mare è salva.

L’Unione Europea e i suoi Stati membri hanno lavorato anni nel tentativo di migliorare la qualità delle acque. Oggi le acque di balneazione risultano molto più pulite di trenta anni fa, quando una larga parte dei rifiuti – non, o solo parzialmente, trattati – venivano scaricati in mare. Purtroppo questa cattiva abitudine non è stata ancora sradicata del tutto, ma le cose stanno migliorando.

Secondo i dati dell’Agenzia, il 92,1% delle acque di balneazione dell’Unione Europea soddisfa attualmente gli standard minimi di qualità fissati dalla Direttiva sulle acque di balneazione. Rispetto al 2010, la qualità delle acque dei siti balneari è migliorata dello 0.6 % e  la percentuale di quelle aventi eccellente qualità è aumentata del 3,5 % e caratterizza circa il 77,1% dei siti balneari.

Circa il 93,1 % delle acque costiere è stato classificato come “sufficiente”, o rispondente a valori guida meno severi. La percentuale delle acque non risultanti conformi non raggiunge il 2 %.

Considerando i singoli Stati, quasi la totalità dei siti di balneazione di Cipro, Malta, Grecia e Croazia, sono risultati di qualità eccellente. Nei Paesi Bassi, in Bulgaria, in Lettonia, in Lussemburgo e Belgio, invece, i siti balneari che rispettano la Direttiva in maniera rigorosa sono relativamente pochi. Per quanto riguarda l’Italia, che insieme a Spagna, Francia e Portogallo, rappresenta una delle destinazioni estive più popolari, la qualità delle acque si è rivelata generalmente buona, con più del 80% dei siti che presentano un’eccellente qualità.

Il Commissario europeo per l’Ambiente Janez Potočnik ha dichiarato: “Sono lieto di constatare che la qualità delle acque di balneazione in Europa continui ad essere generalmente elevata e che sia migliorata rispetto all’anno scorso. La maggioranza dei cittadini europei ha a cuore i problemi della qualità delle acque e desidera maggiori informazioni a riguardo. Dobbiamo pertanto continuare a lavorare per garantire che le nostre acque siano di qualità adeguata per tutti gli usi legittimi, dalla balneazione alla potabilità, e che il sistema acquatico mondiale sia in buono stato”.

Energia solare record, in Germania prodotti 22 GW l’ora

25 maggio 2012 10:19

La Germania, la scorsa settimana, ha stabilito il nuovo primato mondiale di energia prodotta attraverso impianti solari. Nelle ore centrali di venerdì e sabato è stata raggiunta una quota di energia pari a 22 giga watt, equiparabile a quella di circa 20 centrali nucleari a pieno regime.

Norbert Allnoch, direttore dell’ Istituto delle Energie Rinnovabili di Monaco di Vestfalia, ha spiegato: “In nessun altro Paese prima d’ora si era arrivati a generare una tale quantità di energia dal fotovoltaico”.

Nonostante la Germania non sia un Paese soleggiato come l’Italia, un risultato di tale portata si è potuto raggiungere grazie alla volontà politica nell’emanare una serie di normative in grado d’incoraggiare l’utilizzo di fonti rinnovabili sin dal 1991. Tale supporto ha portato la Germania a diventare leader mondiale nello sviluppo di energie rinnovabili, permettendole di coprire il 20% del fabbisogno energetico annuale. Nel dettaglio, la percentuale di energia ricavata da impianti fotovoltaici si attesta sul 4% circa.

Stando ai dati forniti dall’European Energy Exchange, rispetto al 2011, la Germania ha incrementato la potenza installata di 8,3 GW, per un totale di 26 GW di capacità

L’intero settore delle rinnovabili, tuttavia, non gode di favore unanime. In molti sostengono che queste fonti da sole non potranno, in futuro, sostenere la crescita di un Paese industrializzato come la Germania. A questi ha risposto direttamente la cancelliera tedesca Angela Merkel rassicurandoli che la Germania dimostrerà che invece sarà possibile.

Sempre Norbert Allnoch in un’intervista alla Reuters ha affermato: “Il record stabilito, dimostra che la Germania può fare a meno di centrali elettriche, a carbone, a gas e degli impianti nucleari“.

Parchi naturali: il 60% degli italiani cerca la natura incontaminata

24 maggio 2012 10:01

Oggi è stato presentato il focus di IPR Marketing e Fondazione UniVerde: “Italiani, turismo sostenibile ed ecoturismo” dove è emerso che il 60% degli italiani cerca la natura incontaminata e le bellezze storiche e artistiche.

Per il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio: “Parchi e riserve marine sono l’orgoglio dell’Italia, basta tagli e scempi ai nostri beni culturali come Villa Adriana

Intervenendo stamane alla cerimonia di premiazione del concorso Vividaria, indetto ogni anno da Federparchi, e in occasione della Giornata Europea dei Parchi, il presidente della Fondazione UniVerde ed ex ministro dell’ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio ha illustrato alcuni primi dati del focus su “Parchi ed ecoturismo” realizzato da IPR Marketing e dalla Fondazione UniVerde.

La stragrande maggioranza dei turisti italiani – ha dichiarato Pecoraro Scanio – cerca la natura incontaminata (circa il 60%) ed i nostri parchi, che tutelano quasi l’11% del territorio nazionale (il dato si riferisce alle sole terre emerse) e coinvolgono più di 2.000 comuni, sono uno scrigno di biodiversità.

In Italia, tanto per dare qualche cifra, c’è una delle maggiori concentrazioni di biodiversità in Europa con oltre 57mila specie animali e 9mila specie botaniche censite. Numeri da primato europeo.”

“Ogni anno – continua il presidente della Fondazione UniVerde – le aree protette italiane attirano circa 37 milioni di visitatori con un numero di presenze alberghiere che sfiora i 100 milioni e un giro d’affari complessivo che supera il miliardo di euro.”

“Il turismo naturale e l’ecoturismo - conclude il Presidente - sono una vera prospettiva di crescita per il nostro Paese e quindi rivolgo al Governo un appello: basta tagli economici ai parchi e stop a scempi come quello recente di una mega discarica proposta vicino ad un tesoro, in questo caso anche culturale, come Villa Adriana“.

In basso è possibile scaricare il focus in PDF:

Focus su Parchi e Turismo

Rassegna stampa:

Gli italiani hanno fame di natura incontaminata

Stampa – Parks

Focus Turismo_Federparchi

Premiate le vincitrici di

Energethica, rinnovabili a Torino

20 maggio 2012 14:22

Venerdì 25 maggio, il presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, parteciperà a Energethica, mostra convegno internazionale dell’energia sostenibile che si terrà al Lingotto Fiere di Torino. Il Presidente parteciperà alla Conferenza sul tema: “Politica energetica della regione Piemonte e le recenti novità legislative sugli impianti a biomassa per la produzione di energia elettrica” dalle ore 14:30 presso la Sala azzurra.

Tra gli altri relatori: Stefania Crotta, Dirigente Settore Politiche Energetiche; Filippo Baretti, Funzionario Settore Politiche Energetiche; Annamaria Clinco, Funzionario Settore Politiche Energetiche; Franco Licini, Dirigente Settore Politiche Forestali; Mauro Bertolino, Funzionario Settore Politiche Energetiche; Marco Corgnati, Funzionario Settore Politiche Forestali; Franco Gottero dell’Ipla e Alberto Poggio del Politecnico del Torino.

In basso è possibile scaricare il programma:

Energethica_Programma convegno_25.05.12

Noaa: Aprile il mese più caldo del 2012

 10:28

Secondo gli ultimi dati elaborati dal NOAA (National Oceanic and Atmosferic Administration), il mese di aprile, appena trascorso, è stato, a livello globale, il quinto mese più caldo dal 1880. La media dei parametri, combinando temperatura atmosferica e marina a livello superficiale, fa segnare un +0,65 °C rispetto a quella del secolo: rispettivamente 14,35°C e 13,7°C.

Scomponendo i dati tra emisfero Nord e Sud, si notano, tuttavia, sensibili differenze. L’emisfero Nord ha registrato il livello record di riscaldamento degli ultimi 132 anni. L’emisfero Sud, invece, una media di temperature che attesta il periodo preso in esame al 16° posto per livello di temperature.

Considerando unicamente l’emisfero Nord, l’aumento di temperatura è stato causato più dall’effetto del riscaldamento a livello di superficie terrestre piuttosto che dal livello di superficie oceanica.

Ad eccezione di Francia, di alcune isole britanniche, di parte di Spagna e Norvegia, quasi tutte le aree continentali hanno registrato temperature in media superiori di 3°C.

L’Italia, dal canto suo, ha registrato un incremento di “soli” 2°C su base mensile.

Tuttavia, se non si guarda al solo dato di aprile, si intravede una tendenza non così allarmante.

Da gennaio ad aprile 2012, infatti, le medie di temperature registrate a livello globale si attestano al 15° posto rispetto al 1880.

Una dato che fa ben sperare che questo 2012 non toccherà i record registrati nelle annate 1998, 2005 e 2010.

Obiettivo Terra in mostra a Milano alla premiazione Forest Skill

16 maggio 2012 12:12

Il concorso Forest Skill è giunto al termine e martedì 22 maggio a Milano saranno consegnati i premi alle migliori idee per una corretta gestione del nostro patrimonio boschivo che garantiscano nuove opportunità professionali nel settore. La valorizzazione delle foreste e l’imprenditoria sostenibile saranno l’argomento su cui si confronteranno il presidente della Fondazione UniVerde , Alfonso Pecoraro Scanio, enti, istituzioni, mondo accademico e giovani innovatori che parteciperanno all’incontro.

Durante la premiazione , che si terrà alla Sede Fondazione Collegio delle Università Milanesi Via San Vigilio 10  a Milano, sarà allestita la mostra fotografica Obiettivo Terra 2012 con le migliori foto del concorso omonimo organizzato dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica italiana.

In basso è possibile scaricare il programma in PDF:

Forest Skill

Rassegna stampa:

Agora Magazine

Alternativa sostenibile

Confini on line

Turismo sostenibile ed ecoturismo

11 maggio 2012 16:37

Il 16 maggio nell’aula magna della Facoltà di Scienze della Formazione di Macerata sarà presentato il 2 rapporto “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo” curato dalla Fondazione UniVerde. Durante l’incontro si parlerà anche di: L’ecoturismo come prospettiva di ripresa per il settore turistico italiano”.

Intervengono: Luigi Lacché, Rettore dell’Università di Macerata; Piergiuseppe Rossi, Preside della Facoltà di Scienze della Formazione di Macerata; Norberto Tonini, Comitato Mondiale Etica del Turismo UNWTO; Alfonso Pecoraro Scanio,  Presidente Fondazione UniVerde; Edoardo Bressan, Presidente Corsi di Laurea in Scienze del turismo, Macerata; Matteo Benozzo, Alessio Cavicchi, Gian Luigi Corinto, Enrico Nicosia, Corsi di Laurea in Scienze del turismo, Macerata.

In basso è possibile scaricare il programma in PDF:

Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo

A Solarexpo il VII rapporto su Italiani e solare

6 maggio 2012 09:43

In occasione del Solarexpo, giovedì 10 maggio alle ore 10:30 presso l’Yingli Solar (Padiglione 5 Stand B2.1) ci sarà la Conferenza Stampa per la presentazione del VII Rapporto “Gli italiani e il solare di qualità”.

All’incontro parteciperanno: Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde; Antonio Noto, Direttore IPR Marketing; Antonio Francesco Parisi, Responsabile pianificazione economica Cetri – Tires; Alessandro Zan, Assessore all’Ambiente del comune di Padova.

Nella seconda parte della Conferenza stampa sarà presentato il nuovo programma Yingli4You da Fabio Patti, Manager director Yingli Green Energy Italia e da Marco Gilardi, Mice & Groups director NH – Hotels.

Modera Roberto Rizzo, Coordinatore editoriale FV Fotovoltaici.

Sarà possibile seguire l’evento in diretta streaming su www.zeroemission.eu.

In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:

Gli italiani e il solare di qualità

Comunicato stampa

VII Rapporto su “Gli italiani e il solare”

Comunicato per manifestazione del 18 aprile – Piazza Montecitorio

Rassegna stampa:

340 al top tra gli italiani – Economia e Finanza con Bloomberg – Repubblica

Affari&Finanza

MF

Rassegna Stampa Solarexpo

Un’auto solare per un futuro green

5 maggio 2012 14:21

Venerdì 4 maggio Solaworld ha invitato il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio,  a vedere di persona la Solarcar in Piazza San Pietro in Roma.

Si tratta di un auto solare, alimentata da pannelli fotovoltaici, che sta facendo il giro del mondo ed è giunta in questi giorni in Italia. Un viaggio a zero emissioni che terminerà al Solarexpo a Verona.