Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Climate change, l'Italia sarà in grado di adattarsi?

Mentre l’Italia é impegnata a seguire il dibattito sulla riforma del Senato, il resto del mondo si concentra  sui dati diffusi dall’IPCC sui cambiamenti climatici, e [...] [leggi tutto]

Rinnovabili: le aziende che rischiano e ce la fanno nonostante la crisi

In seguito alla pubblicazione dei dati del XII rapporto: “Gli italiani e il solare”, abbiamo ricevuto questa interessante testimonianza che abbiamo deciso di pubblicare. ITALIA. [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
archivio

Spesa a Km 0 con Campagna Amica

23 aprile 2014 14:29

Fare la spesa a km 0 al Mercato di Campagna Amica è ora possibile, nelle date di sabato 5 aprile e 17 maggio 2014 all’Eur, in Piazza Pakistan (“Fungo”), eventi di cui la Fondazione UniVerde è partner. Troverete quindi prodotti agricoli locali, venduti direttamente dai coltivatori romani.

Nelle stesse date sarà possibile visitare anche “Il Giardino didattico di Eur Spa” dove il Corpo Forestale dello Stato organizzerà laboratori didattici per grandi e piccini.

E’ possibile inoltre gustare un pranzo con lo speciale “Menù a km 0″ creato per l’occasione per soli 10,00 €, presso il ristorante “Il Fungo piano 0″.

Per maggiori informazioni:

INFO MERCATO: Tel. 06/4073090; mail: lazio@coldiretti.it – roma@coldiretti.it
INFO GIARDINO DIDATTICO:  Mail: comunicazione@romaeur.it o www.eurspa.it

Cambiamento climatico e rinnovabili al Solarexpo

22 aprile 2014 11:21

In occasione di SOLAREXPO 2014, l’Osservatorio solare della Fondazione UniVerde,  in collaborazione con IPR Marketing, Cobat, Yingli Solar e Life Gate, organizza giovedì 8 maggio alle ore 11 alla Fiera Milano – Rho, il convegno su: “Cambiamento climatico e rinnovabili: dal V Rapporto IPCC dell’ONU priorità alle rinnovabili”.

Durante l’incontro saranno presentati i dati del 11° Rapporto “Gli italiani e il solare”da Antonio Noto, Direttore, IPR Marketing.

Interveranno:  Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente, Fondazione UniVerde;  Luigi Carbone, Componente, Autorità per l’Energia Elettrica il Gas ed il Sistema Idrico; Paolo Lugiato, Vicepresidente, AssoRinnovabili; Fabio Patti, Amministratore Delegato, Yingli Green Energy Italia e Giancarlo Morandi, Presidente, Cobat.

Vi aspettiamo, previa registrazione via mail a: info@fondazioneuniverde.it, al Padiglione 6, stand Cobat – H20 alle 11:00

In basso è possibile scaricare il programma in PDF:

Milano, 8 maggio 2014 – XI Rapporto – Gli italiani e il solare.pdf

In basso è possibile scaricare il rapporto in PDF:

XI Rapporto “Gli italiani e il solare”

Verso Expo 2015: il Protocollo di Milano. Agricoltura, paesaggio e sicurezza alimentare

21 aprile 2014 18:06

Martedì 6 maggio al Palazzetto Mattei in Villa Celimontana si terrà il convegno sul tema: “Verso Expo 2015: il Protocollo di Milano. Agricoltura, paesaggio e sicurezza alimentare” con il patrocinio di Barilla ed Expo 2015.

Durante l’incontro Antonio Noto, Direttore IPR Marketing presenterà i dati del IV Rapporto:“Gli italiani e l’agricoltura” con un focus sulla  “Sicurezza alimentare e lotta alla fame”.

Interverranno: Claudia Sorlini,  Presidente Comitato Scientifico Expo 2015; Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente Fondazione UniVerde, Università degli Studi di Milano “Bicocca” e di Roma “Tor Vergata”; Sergio Conti,  Presidente Società Geografica Italiana; Guido Barilla, Presidente Barilla S.p.A.; Fulco Pratesi, Presidente onorario WWF Italia; Giuseppe Vadalà, Dirigente Superiore Corpo Forestale dello Stato e Responsabile Nucleo Agroalimentare e Forestale; Rossella Belluso, “Sapienza” Università di Roma e Patrizia Marini, Presidente Rete Nazionale Istituti Agrari – Re.N.Is.A.

Ingresso libero previa registrazione  RSVP: info@fondazioneuniverde.it

L’appuntamento è in Via della Navicella 12, in Roma alle ore 10.30.

In basso è possibile scaricare il programma in PDF:

Roma, 6 maggio 2014 – Verso Expo 2015.pdf

In basso è possibile scaricare il rapporto:

IV Rapporto Italiani e agricoltura – Focus su Expo e lotta alla fame Mag 014

#salvArte Petizione su Change.org

16 aprile 2014 16:57

L’Italia, paese di straordinaria bellezza geografica, è scrigno della maggior parte del patrimonio culturale e artistico del mondo ed è dunque un paese con straordinarie potenzialità di crescita occupazionale nel turismo culturale e naturalistico.

Eppure la riforma Gelmini ha ridotto drasticamente le ore di insegnamento della geografia e della storia dell’arte al punto da provocarne la sostanziale abolizione.

Un vero scandalo a cui il nuovo Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini può e deve porre rimedio, nell’interesse del nostro Paese e delle future generazioni.

Questa la motivazione che ha spinto il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, che da cinque anni insegna presso l’Università Bicocca per il corso di laurea magistrale “Turismo, territorio e sviluppo locale” e da due anni presso l’Università di Tor Vergata per il corso di laurea in “Progettazione e Gestione dei sistemi turistici“, a lanciare una petizione su Change.org: “Salviamo l’insegnamento della storia dell’arte e della geografia #salvArte“.

Nella petizione, Alfonso Pecoraro Scanio chiede al nuovo Ministro dell’Istruzione e al Presidente del Consiglio, che già si è pronunciato sull’importanza dell’istruzione e della scuola, di dichiarare pubblicamente la volontà di riparare ai danni causati dalla riforma Gelmini e garantire già a partire dal prossimo anno scolastico, una chiara svolta in tal senso.

Firma anche tu qui

RASSEGNA STAMPA:

RASSEGNA STAMPA Petizione #SalvArte


Obiettivo Terra 2014: vince Rinaldi Mauro e la bellezza del Gran Sasso

 12:30

A vincere questa edizione di “Obiettivo Terra” è lo splendida immagine del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga (Marche, Lazio, Abruzzo) realizzata da Rinaldi Mauro che riprende Rocca Calascio, la Rocca situata a L’Aquila, in Abruzzo, completamente innevata, con il Castello che sovrasta la valle.

“Per la prima volta – ha commentato Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde – ha vinto una foto scattata nella “Regione  dei  Parchi”,  l’Abruzzo,  dove  proprio  i  parchi  naturali  hanno  portato occupazione preservando l’ambiente. Del resto il turismo nelle aree protette è in forte crescita e ha superato i 100 milioni di presenze”.

Per  Sergio Conti, Presidente della Società Geografica Italiana: “Il concorso Obiettivo Terra rappresenta ormai da cinque anni un modo concreto per comunicare la varietà e la bellezza della natura del nostro Paese attraverso l’immediatezza della fotografia. Gli scatti selezionati dalla giuria costituiscono un’immagine realistica delle nostre meraviglie ma al contempo lasciano esplodere la soggettività creativa dei loro autori”.

Al vincitore è stato assegnato un premio  in denaro (1.000 euro) consegnato dalla  giornalista  e  conduttrice  televisiva  Donatella  Bianchi,  testimonial  della  quinta edizione del concorso, unitamente ad una  targa  destinata dai soggetti promotori,  e l’onore di vedere la propria foto esposta in maxi affissione in Piazza Farnese a Roma.

Oltre  al  primo  premio  sono  state  conferite  delle  targhe  alle foto vincitrici  delle  sei  Menzioni Speciali:

Area costiera – Vince Annalisa Ortore (Foggia)

Parco Nazionale del Gargano (Puglia)

OGGETTO FOTO: Costa del parco in contrada Mattinatella

Animali – Vince Bruno Bostica (Prov. Torino)

Parco Nazionale dell’Asinara (Sardegna)

OGGETTO FOTO: Asinelli

Borghi – Vince Enrico Romanelli (Prov. Latina)

Parco Regionale Monte Orlando, Riviera di Ulisse (Lazio)

OGGETTO FOTO: Veduta di Gaeta

Alberi e foreste – Vince Roberto Biello (Prov. Roma)

Parco Regionale dei Monti Simbruini (Lazio)

OGGETTO FOTO: Faggi in località Camposecco

Paesaggio agricolo – Vince Diana Cimino (Bari)

Parco Nazionale dell’Alta Murgia (Puglia)

OGGETTO FOTO: Valle coltivata a Poggiorsini

Agricoltura familiare – Vince Leonardo Liberati (Frosinone)

Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Umbria, Marche)

OGGETTO FOTO: Campi e gregge sullo sfondo di Castelluccio di Norcia

Grazie a tutti i 900 partecipanti e vi aspettiamo l’anno prossimo per una nuova edizione di Obiettivo Terra!

In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:


Comunicato Stampa con i vincitori – 16 aprile 2014.pdf


MENZIONI SPECIALI 2014


Classifica delle 20 foto finaliste del 2014.pdf

Sintesi 2014.pdf


PER RICHIEDERE LE FOTO IN ALTA RISOLUZIONE SCRIVERE A: info@fondazioneuniverde.it



Obiettivo Terra: il 16 aprile la premiazione

9 aprile 2014 13:43

Chi sarà il vincitore della nuova edizione del concorso fotografico Obiettivo Terra?

Il fortunato scatto sarà reso noto il 16 aprile a Roma alle 11 durante la cerimonia di premiazione che si terrà in Villa Celimontana, sede storica della Società Geografica Italiana che insieme alla Fondazione UniVerde hanno organizzato la V edizione di questo contest che intende valorizzare il patrimonio dei Parchi nazionali e regionali italiani in occasione della Giornata Mondiale della Terra.

A consegnare il premio di mille euro al vincitore ufficiale e ai vincitori delle sei menzioni speciali saranno: Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde);  Sergio Conti (Presidente Società Geografica Italiana); Giovanni Valentini (Giornalista “La Repubblica”);  Giuseppe Rovera (Giornalista e conduttore di “Ambiente Italia”);  Giampiero Sammuri (Presidente Federparchi e Presidente Parco Nazionale  dell’ Arcipelago Toscano); Fulco Pratesi (Presidente onorario WWF Italia); Renato Grimaldi (Direttore Generale Ministero dell’Ambiente); Rosalba Giugni (Presidente Marevivo); Italo Clementi (Editore rivista TREKKING&Outdoor e Vice Presidente  Nazionale FederTrek)e Pia Bucella (Direttore Generale DG Ambiente Commissione UE).

Testimonial d’eccezione dell’edizione 2014 di Obiettivo Terra e componente della giuria di esperti è la giornalista e conduttrice di “Lineablu”: Donatella Bianchi.

«Obiettivo Terra da cinque anni sta crescendo come rete di conoscenza ed amore verso i parchi e la natura italiana, un primato del nostro Paese ignorato da molti e troppo spesso bistrattato dai governanti. La natura offre un’insostituibile servizio alla nostra vita e la rete dei Parchi, con gli oltre 101 milioni di presenze turistiche, è un’economia verde solida che può dare lavoro in armonia con l’ambiente. L’ultimo dato utile parla di una crescita del 2% l’anno del turismo in aree protette, quasi il doppio dell’aumento registrato dal turismo in Italia nell’ultimo anno e inoltre, nel sistema delle aree protette nazionali, il turismo rappresenta più del 50% delle attività. Il turismo naturalistico sta anche rilanciando occupazione ed economia nelle 871 aree protette italiane, ma va svolto in modo davvero sostenibile. Il valore di questa partita, nel nostro Paese, è stato pari a 10,9 miliardi di euro con una crescita di circa il 3% rispetto all’anno precedente (10,6 miliardi). Un’occasione di sviluppo economico sostenibile da non perdere!» lo ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro dell’Ambiente e presidente della Fondazione UniVerde.

In occasione della Cerimonia di Premiazione saranno esposte le foto della mostra “Obiettivo Terra 2013: la forza della Natura” e la mostra di Terna sugli interventi del gruppo per il contenimento dell’impatto ambientale e per la tutela della biodiversità.

Vi aspettiamo mercoledì 16 aprile in Villa Celimontana alle 11:00 e in diretta sui nostri social!

Seguite l’evento su Twitter con l’hashtag #ObiettivoTerra

In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:

INVITO_Obiettivo_Terra,_16_aprile_2014

Comunicato stampa, 8 aprile 2014.pdf

Ogm: Governo faccia decreto per dire ‘No’

6 aprile 2014 14:07

Non sia come Ponzio Pilato; il made in Italy va tutelato

Il Governo dovrebbe mettere a punto subito un decreto legge contro minoranze e lobby prepotenti, non faccia come Ponzio Pilato, il made in Italy della nostra agricoltura di qualità va tutelato contro l’aggressione di chi vuole imporre gli Ogm nel nostro Paese. È inaccettabile che una sparuta minoranza voglia imporre la semina di Ogm con il rischio di contaminazione dei campi vicini, nonostante la netta contrarietà della stragrande maggioranza della popolazione e del mondo agricolo e un chiaro divieto che vige in Italia fin dal 2000.

Il Governo deve fare immediatamente un decreto legge che tuteli la qualità dell’agricoltura italiana, consumatori ed ambiente ed anche il nostro export nel mondo.

Alfonso Pecoraro Scanio

Mobilitazione Per un’Italia libera da Ogm

4 aprile 2014 17:10

Sabato 5 aprile ci sarà una prima mobilitazione nazionale della Task Force: “Per un’Italia libera da Ogm”, promossa da una coalizione di 39 associazioni tra cui Coldiretti, WWF, Greenpeace, Legambiente, Federconsumatori ed anche la Fondazione UniVerde aderirà per ribadire il No agli Ogm in Italia.

Alla vigilia della decisione giudiziaria, del prossimo 9 aprile, stanno aumentando le iniziative per ricordare al Governo nazionale e alle regioni che l’Italia ha detto “No agli Ogm” fin da quando nel periodo 2000/2001,l’allora ministro delle politiche agricole, Alfonso Pecoraro Scanio, riuscì a schierare il Governo in Italia e in Europa per il principio di precauzione, vietando la coltivazione in campo aperto di semi geneticamente modificati.

Da allora i governi successivi, con più o meno convinzione, hanno mantenuta la linea Ogm Free dell’Italia. Sono cresciuti l’agricoltura biologica, biodinamica, permacoltura, i prodotti tipici e a denominazione controllata.

Negli scorsi mesi, uno sparuto gruppo di agricoltori sostenuti dalle multinazionali degli Ogm ha effettuato semina e raccolta di mais Ogm in Friuli Venezia Giulia, nonostante i divieti di legge. Il Corpo forestale ha accertato “l’inquinamento genetico” nelle aree vicine.

A Gennaio, proprio Alfonso Pecoraro Scanio con Corinne Lepage, ex ministra francese dell’Ambiente e Angelo Consoli (Fondazione di Jeremy Rifkin) è stato a Bruxelles a rilanciare, con la Regione Marche e altre 60 regioni europee Anti- Ogm, una strategia per un’Europa Ogm Free, proponendo anche Carlo Petrini come coordinatore scientifico per rendere il padiglione Italia a Expo 2015 Ogm Free.

Proprio ieri la Task Force ha chiesto una netta presa di posizione dell’attuale ministro dell’agricoltura.

Le iniziative del 5 Aprile sono solo l’inizio di una crescente mobilitazione perché non si può svendere il Made in Italy per le pressioni delle multinazionali degli Ogm.

Ecco le iniziative già annunciate:

  • 5 aprile Ancona Presidio informativo e referendum presso Piazza Roma (mattina)
  • 5 aprile Arezzo in Via Roma Presidio informativo e referendum nell’ambito di un evento dedicato all’agricoltura a Km0 “Mercatale campagna Aperta”. Dalle 9 alle 19
  • 5 aprile Bagheria Presidio informativo e referendum presso Piazza san Sepolcro
  • 5 aprile Bari. Presidio e referendum presso Eataly Bari (ingresso parcheggio clienti)
  • 5 aprile Battipaglia (Sa). Presidio e referendum presso piazza A.Moro
  • 5 aprile Codroipo (Udine) – Presidio informativo e referendum presso Coop Nordest
  • 5 aprile Feltre (Bl). Presidio informativo e referendum presso la Coop
  • 5 aprile Firenze Presidio informativo e referendum presso Eataly Firenze (mattina)
  • 5 aprile Foggia presidio infomativo in Corso Vittorio Emanuele, dalle 18 alle 21
  • 5 aprile Gemona (Ud) Presidio informativo e referendum presso Manifatture Gemona, Via L. Burgi 65 (dalle 9 alle 12)
  • 5 aprile Genova Presidio informativo e referendum presso Eataly dalle 10,30 alle 13
  • 5 aprile Imola. Presidio e referendum presso Mercato della Terra (dalle 16 alle 19,30)
  • 5 aprile Milano. Presidio informativo e referendum presso Eataly Milano e il Mercato della Terra di SlowFood (Fabbrica del Vapore)
  • 5 aprile Modica. Presidio e referendum presso Centro Commerciale La Fortezza – Via Nazionale Modica Ispica – Contrada Michelica. legambientemodica@gmail.com
  • 5 e 6 aprile Modena. Presidio e referendum presso Parco del Villaggio Ina-Casa (Quartiere Sacca) – Via Don Elio Monari
  • 5 aprile Padova. Presidio informativo e referendum presso Supermercato PAM di Piazzetta Garzeria
  • 5 aprile Palermo – Presidio informativo e referendum presso Ipercoop del centro commerciale Forum.
  • 5 aprile Perugia. Presidio informativo e referendum presso il mercato settimanale cittadino di Pian Di Massiano
  • 5 aprile Pontecagnano (Sa) Presso il Parco Archeologico, presidio degli orti sociali NO ogm. Durante la giornata sono previsti laboratori sull’agricoltura biologica e biodinamica
  • 5 aprile Reggio Calabria. Presidio informativo e referendum presso il Maxi Brico 2 – Viale Calabria e Auchan – punto vendita di Via De Nava. Dalle ore 10.00 alle ore 14.00 e dalle ore 14.30 alle ore 18.00
  • 5 aprile Rieti Poggio Perugino. Presidio e referendum
  • 5 aprile. Roma Presidio informativo e referendum al Parco della Cellulosa via della Cellulosa 132, dalle 17 alle 19
  • 5 e 6 aprile Roma Presidio informativo presso Parco Garbatella Via Rosa Raimondi Garibaldi
  • 5 aprile Rovigo Presidio informativo e referendum presso il centro commerciale “Le Torri”,– supermercato COOP
  • 5 aprile Salerno Presidio informativo e referendum presso il Lungomare (altezza Provincia di Salerno). Dalle 10 alle 13
  • 5 aprile San Canzian d’Isonzo (GO) Presidio informativo e referendum presso Area golenale dell’Isonzo, nell’ambito della manifestazione “Insieme par l’Isonz”. Dalle 8 alle 17
  • 5 aprile San Donà di Piave (VE). Presidio informativo e referendum presso supermercato Ipercoop.
  • 5 aprile Succivo (Ce) Presidio informativo e referendum presso gli Orti sociali di Succivo. Saranno piantati semi autoctoni
  • 5 aprile Torino. Presidio informativo dalle 8 alle 13 presso il Mercato di Porta Palazzo – Piazza della Repubblica
  • 5 aprile Udine. Presidio informativo e referendum presso Supermercato Coop-via Pradamano e il mercato di viale Vat
  • 5 aprile Venezia Presidio informativo e referendum presso il Supermercato Billa in Strada Nuova

Turismo tra Natura e Cultura: le opportunità per Napoli e la Campania

1 aprile 2014 15:30
Si terrà il 4 Aprile alle 14:00 a Napoli, nell’ambito della Borsa Mediterranea del Turismo (BMT), l’incontro sul tema: “Turismo tra Natura e Cultura: le opportunità per Napoli e la Campania” promosso dalla Fondazione UniVerde e IPR Marketing, in collaborazione con l’Osservatorio Giovani dell’Università di Napoli Federico II.
All’incontro interverranno: Enrica Amaturo, Direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università di Napoli Federico II, Antonio Noto, Direttore IPR Marketing; Pasquale Sommese, Assessore al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania e Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro dell’Ambiente e docente presso l’Università di Milano Bicocca.
A moderare il dibattito Lello Savonardo, Coordinatore scientifico dell’Osservatorio Giovani, Università di Napoli Federico II.
Durante l’incontro sarà presentato il Quarto Rapporto su “Italiani, Turismo Sostenibile ed Ecoturismo”, curato da Fondazione Univerde e IPR Marketing, con un particolare focus su “giovani” e “sud”.
Per registrarsi è necessario scrivere una mail a:  info@fondazioneuniverde.it


In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:


In basso è possibile scaricare il rapporto in PDF: