Mediterraneo da remare
Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Scarica gratis il libro in PDF!
Obiettivo Terra 2015
Get the Flash Player to see the slideshow.
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Climate change, l'Italia sarà in grado di adattarsi?

Mentre l’Italia é impegnata a seguire il dibattito sulla riforma del Senato, il resto del mondo si concentra  sui dati diffusi dall’IPCC sui cambiamenti climatici, e [...] [leggi tutto]

Rinnovabili: le aziende che rischiano e ce la fanno nonostante la crisi

In seguito alla pubblicazione dei dati del XII rapporto: “Gli italiani e il solare”, abbiamo ricevuto questa interessante testimonianza che abbiamo deciso di pubblicare. ITALIA. [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
login

Registrati

Osservatorio Europa
Firma la world petition!
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
L’Italia non spenga il sole
seguici su
fondazioneuniverde su
seguici su google+
archivio

Dall’Unione Europea all’Italia si spinge sull’acceleratore della Green Economy

26 gennaio 2016 11:55

Avv. Maurizia Venezia*

Parallelamente all’approvazione da parte del Parlamento italiano in via definitiva del cd “Collegato ambientale” che contiene misure per la green economy e il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali, anche dall’Unione Europea arriva una programmazione per il 2016 che mostra grande attenzione a tutti quegli studi, misure ed attività che coniughino sviluppo economico e sostenibilità ambientale.

Se infatti nella legislazione italiana viene introdotto per la prima volta il termine “Green Economy” con   disposizioni che riguardano la valutazione di impatto ambientale, la gestione dei rifiuti, la blue economy, la prevenzione del dissesto idrogeologico, gli appalti verdi, 35 milioni per la mobilità sostenibile e 1,8 milioni di euro per le Aree Marine Protette, oltre a un sostanzioso pacchetto di norme che puntano a favorire il riuso dei materiali, che darà impulso a un comparto industriale in costante crescita, in Europa,  sono stati pubblicati moltissimi bandi volti a valorizzare le risorse professionali ed imprenditoriali operanti nel settore.

Ecco la nostra selezione delle opportunità più interessanti:

Titolo: Italia-Parma: «raccolta e analisi di dati sui residui di pesticidi per polline e nettare». Numero: 2015- 253-462299 Procedura: aperta Ente appaltante: Autorità europea per la sicurezza alimentare,  Parma PR, ITALIA. Descrizione: L’obiettivo della pubblicazione della presente procedura d’appalto è quello di integrare le nuove prove disponibili nel regime di valutazione dei rischi in modo che sia più realistico. Gli incarichi previsti dal presente bando comprendono l’analisi di dati e la generazione di dati per coprire i dati mancanti nella relativa area. Importo: 70 000 EUR Scadenza: 15 febbraio 2016

Titolo: Germania-Colonia: fornitura di elettricità da fonti di energia rinnovabili per l’immobile Germania. Numero: 2015- 253-462300 Procedura: aperta Ente appaltante: Agenzia europea per la sicurezza aerea, Colonia, GERMANIA. Descrizione: Alimentazione elettrica, fornitura di elettricità da fonti di energia rinnovabili per la nuova sede dell’Agenzia nell’immobile «Neue Direktion Köln, NDK,», Germania. Dall’1.5.2016 al 31.12.2019. Scadenza: 12 febbraio 2016

Conferenza Stampa Referendum No Triv

20 gennaio 2016 19:01

Si terrà domani, 21 gennaio, alle 14.30 a Roma alla sala stampa della Camera dei Deputati in via della Missione 4 un incontro promosso dalla Fondazione UniVerde in collaborazione con Adusbef, WWF Italia, Marevivo, Lipu e altre associazioni, per chiedere con forza al Governo di accorpare la consultazione referendaria con il primo turno delle elezioni amministrative della prossima primavera.

La decisione della Corte Costituzionale di ammettere un referendum in materia di trivellazioni petrolifere, al di là del singolo quesito, consente finalmente ai cittadini italiani di esprimersi sulle scelte energetiche del nostro Paese, ecco perché è importante garantire la massima possibilità di partecipazione al voto.

Hanno già confermato l’intervento alla Conferenza di domani: l’On. Serena Pellegrino (Vice Pres. Commissione Ambiente Camera) e, della stessa Commissione, gli On. Samuele Segoni, On. Angelo Cera e On. Filiberto Zaratti, l’On. Gianni Melilla (Commissione Bilancio Camera), Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde), Enzo Di Salvatore (Costituzionalista e autore dei quesiti referendari), Elio Lannutti (Presidente Adusbef), Rosario Trefiletti (Presidente Federconsumatori), Dante Caserta (Vice Presidente WWF Italia), Carmen Di Penta (Direttore Generale Marevivo), Fulvio Mamone Capria (Presidente Lipu), Andrea Boraschi (Responsabile Campagna Clima e Energia Greenpeace), Giorgio Zampetti (Responsabile Scientifico Legambiente), Antonio Gaudioso (Segretario Generale Cittadinanzattiva), Giuliana Ledovi (Resp. Delegazione Touring Club), Andrea Zaghi (Assorinnovabili), Gianluigi Parrotto (Presidente Air Group Italy).

Sono stati invitati Parlamentari di tutti i gruppi.

L’accesso alla sala è consentito fino al raggiungimento della capienza massima.

Agli uomini è richiesto di indossare giacca e cravatta.

RSVP: ufficiostampa@fondazioneuniverde.it

OBIETTIVO TERRA, RIPARTE LA VII EDIZIONE

11 gennaio 2016 12:05

Dal 10 gennaio fino al 21 marzo sarà possibile partecipare al concorso fotografico sui Parchi italiani e vincere mille euro

Il Concorso e l’Earth Day. La Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana Onlus indicono la settima edizione del concorso fotografico nazionale di fotografia geografico – ambientale “Obiettivo Terra in occasione della Giornata Mondiale della Terra, indetta dall’ONU nel 1970 e celebrata ogni 22 aprile, il concorso di fotografia geografico-ambientale “Obiettivo Terra”, per la difesa e la valorizzazione del patrimonio ambientale e delle singolarità contenute nei parchi nazionali e regionali italiani. Il concorso è anche un’occasione di solidarietà verso le aree protette, di promozione del turismo sostenibile e responsabile nonché di conservazione delle locali tradizioni agricole, artigianali, storico-culturali e di tutela ambientale.

Il Contest. È aperto a tutti quelli che invieranno un’immagine inedita dal 10 gennaio al 21 marzo 2016. La partecipazione è totalmente gratuita, basterà registrarsi sul portale http://www.obiettivoterra.eu/ e caricare la propria fotografia. Al vincitore sarà assegnato un premio di € 1.000 (euro mille) e gli verrà donata una targa – ricordo dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica Italiana. La fotografia vincitrice sarà esposta su una maxi-affissione a Roma. Il premio verrà consegnato durante la cerimonia di premiazione che si svolgerà a Roma il 22 aprile 2016.

Menzioni speciali. Tra le foto pervenute saranno selezionate le vincitrici delle menzioni speciali per ognuna delle seguenti categorie: Alberi e foreste; Animali; Area costiera; Fiumi e laghi; Paesaggio agricolo e Turismo sostenibile. Inoltre per l’anno 2016 sono istituite le menzioni speciali: FAO – Legumi dai parchi (2016 Anno Internazionale ONU – FAO dei legumi); Madre Terra (2016 Anno Europeo della lotta alle violenze contro le donne. Sarà conferita alla foto più bella scattata da una donna); ONU – Accordo di Parigi (Per celebrare la cerimonia ufficiale di firma dell’accordo della COP21. Sarà conferita alla foto più bella scattata da uno straniero residente in Italia); Giubileo e via Francigena (La migliore foto scattata nei parchi percorsi dalla via Francigena). E’ inoltre prevista una menzione speciale fuori concorso per la migliore foto subacquea scattata in un’Area Marina Protetta, in collaborazione con Marevivo.

I dati della scorsa edizione. 900 foto ricevute, i parchi regionali sono stati i più fotografati con un aumento di circa il 7% rispetto alla precedente edizione. I parchi nazionali più fotografati sono stati: Parco dei Monti Sibillini; Parco Nazionale dello Stelvio, Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e Parco Nazionale Alta Murgia. Tra quelli regionali: – Parco del Delta del Po, Parco Regionale dell’Appia Antica e Parco dell’Etna.

In basso è possibile scaricare il regolamento in PDF:

Regolamento Obiettivo Terra 2016

PIZZA UNESCO IN SUD AMERICA/2 TAPPA

2 gennaio 2016 17:24

Dopo il Brasile, la campagna #pizzaUnesco sbarca in Argentina. L’evento di presentazione si terrà il 5 Gennaio al ristorante Cucina Paradiso ( di Donato De Santis)  CASTAÑEDA 1837 Belgrano Buenos Aires.

A sostenere la petizione per l’Arte dei pizzaioli napoletani nel patrimonio Unesco ci saranno:

Alfonso Pecoraro Scanio, Promotore della campagna #pizzaUnesco e Presidente Fondazione UniVerde;

Stefano Canzio,  Ministro Consigliere ambasciata d’Italia in Argentina;

Donato De Santis, Chef, Giudice di Master Chef Argentina (in collegamento Skype da Punta del Este);

Davide Civitiello, Vincitore del Campionato Mondiale del Pizzaiuolo Trofeo Caputo 2013;

Pedro Picciau, Ambasciatore della cucina italiana in Argentina con i suoi Ristoranti Italpast Campana