Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su google+
Firma la world petition!
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Festa degli alberi il 4 ottobre a Milano

2 ottobre 2017 10:54

Il 4 ottobre, all’Istituto “Luigi Cadorna”, incontro di educazione ambientale con messa a dimora di alberi promosso da Fondazione UniVerde, Coldiretti Lombardia e Fondazione Campagna Amica. Alla celebrazione della ricorrenza, sarà presente Alfonso Pecoraro Scanio che da Ministro reintrodusse la “Festa degli Alberi” anche nell’ambito dell’offerta formativa scolastica.

In occasione della “Festa degli Alberi” nelle scuole e per celebrare il giorno di San Francesco d’Assisi, la Fondazione UniVerde, insieme a Coldiretti Lombardia e a Fondazione Campagna Amica, promuove un incontro a Milano nella giornata di mercoledì 4 ottobre per dare agli studenti l’occasione di imparare a conoscere le colture legate alle tradizioni del paesaggio e l’importanza della tutela della biodiversità naturale attraverso la difesa degli alberi.

Reintrodotta con il decreto interministeriale del 4 agosto 2000 a firma di Alfonso Pecoraro Scanio, come Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, e dell’allora Ministro della Pubblica Istruzione Tullio De Mauro per celebrare San Francesco d’Assisi, Patrono d’Italia, dei cultori dell’ecologia e protettore degli animali, la “Festa degli Alberi” è «una delle più antiche cerimonie nate in ambito forestale e rappresenta un’importante occasione per stimolare una sana coscienza ecologica nelle nuove generazioni – afferma Pecoraro Scanio – Un messaggio positivo per la tutela dell’ambiente, il miglioramento della qualità della vita e la valorizzazione dei nostri patrimoni naturali che diventa ancora più importante nell’Anno Internazionale ONU del Turismo Sostenibile».

L’appuntamento si terrà alle ore 11.00 presso l’Istituto Comprensivo Statale “Luigi Cadorna” (Via Carlo Dolci, 5). All’incontro interverranno: Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde), Massimo Nunzio Barrella (Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale “Luigi Cadorna”), Simonetta De Guz (Generale Comandante Regione Carabinieri Forestale “Lombardia”), Ettore Prandini (Presidente Coldiretti Lombardia), Marco Bussetti (Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale di Milano), Pierfrancesco Maran (Assessore Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano), Massimiliano Pontillo (Presidente Pentapolis Onlus). Media partner: Lifegate.

L’evento è realizzato in collaborazione con il Comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare (CUTFAA), Pentapolis Onlus e SOS Terra.

In occasione dell’incontro, saranno messi a dimora alcuni giovani alberi nel cortile dell’Istituto e seguirà la Solenne Benedizione di Don Walter Magnoni.

Ingresso libero previa registrazione. È possibile registrarsi inviando una mail a: info@fondazioneuniverde.it

Milano, 4 ottobre 2017 – Festa degli Alberi.pdf

Green Pride dell’innovazione per il turismo sostenibile

15 settembre 2017 15:28

Torna un nuovo appuntamento con il Green Pride, l’innovazione è verde, dedicato al turismo sostenibile.

Il 27 settembre al Senato della Repubblica dalle ore 10:00 alle ore 13:00, in occasione della 38ª Giornata Mondiale del Turismo 2017 e dell’anno internazionale ONU dedicato al turismo sostenibile, la Fondazione UniVerde, con il patrocinio del MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo), e su iniziativa della Sen. Loredana De Petris, in collaborazione con il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, organizza il “Green Pride dell’innovazione per il turismo sostenibile”, efficienza energetica, tecnologie e start up innovative al servizio della sostenibilità. L’incontro si terrà nella Sala degli Atti Parlamentari, Biblioteca del Senato della Repubblica in Piazza della Minerva 38 in Roma.

Interverranno: Sen. Loredana De Petris, Presidente Gruppo Misto Senato della Repubblica; Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde e Docente di “Turismo sostenibile” alle Università di Roma “Tor Vergata” e Milano – Bicocca; Francesco Palumbo, Direttore Generale Turismo MiBACT; Francesco Boccia, Presidente Commissione Bilancio Camera dei Deputati e Pinuccia Montanari, Assessore alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale.

A presentare le best practice: Giovanni Sanna, Executive Chairman Clhub; Pietro Gorgazzini e Alan Torrisi, Fondatore e co-fondatore Primis; Filippo Ghirelli, CEO Genera Group Holding; Samuele Primiceri, Engineering & Environment Manager NH Hotel Group Italia; Francesco Lurago, ‎Performance Marketing & Brand Management Valtur e Manuél Gruni, Fondatore di TravelGram.

Modera l’incontro: Massimo Cicatiello, Vicepresidente Adnkronos.

Interverranno Energy e Corporate Social Responsibility Manager di imprese del settore turistico.

Seguirà consegna dei Green Pride dell’Innovazione per il Turismo sostenibile 2017

L’accesso alla Sala è consentito fino al raggiungimento della capienza massima. Agli uomini è richiesto di indossare giacca e cravatta.

Le richieste di accredito per giornalisti, fotografi e tele-cine-operatori devono essere inviate via fax al numero 06.6706.2947 o via e-mail a accrediti.stampa@senato.it

RSVP: info@fondazioneuniverde.it

In basso è possibile scaricare l’invito in PDF:

27 settembre 2017 GreenPride dell’innovazione per il turismo sostenibile.pdf

#WTD2017 #IY2017 #TravelEnjoyRespect #SDGs


Turismo sostenibile. Retoriche e pratiche al Festival IT.A.CÀ

13 settembre 2017 13:55

Sarà presentato al Festival IT.A.CÀ, primo festival in Italia sul turismo responsabile, il libro “Turismo sostenibile. Retoriche e pratiche” a cura del Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, durante l’incontro dedicato a: “Turismo responsabile e turismo sostenibile a confronto tra ricerca, divulgazione e comunicazione” che si terrà il 20 settembre alle 17:30 al Bar Lento in via Aurelio Bertola, 52 in Rimini.

In basso il programma completo:

Presentazioni libri:
“Dircefoglio – Foglio di storie e memorie” a cura di Cristina Ortolani
“Il viaggio e l’incontro. Che cosa è il turismo responsabile” a cura di Maurizio DavolioAlfredo Somoza – Altreconomia, Milano, 2016.
“Turismo sostenibile. Retoriche e pratiche” a cura di Alfonso Pecoraro Scanio – Aracne, Ariccia, 2016.

Partecipano:
Elena dell’Agnese (Università di Milano-Bicocca),
Maurizio Davolio (Associazione Italiana Turismo Responsabile),
Cristina Ortolani (laDirce – Storie e Memorie),
Alfonso Pecoraro Scanio (Fondazione UniVerde),
Alfredo Somoza (Istituto Cooperazione Economica Internazionale).

Coordina:
Chiara Rabbiosi (Centro di Studi Avanzati sul Turismo​, Università di Bologna)

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

12 settembre 2017 13:55

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un punto di svolta per il Paese nelle politiche di adattamento e tutela ambientale, si è svolta questa mattina alla Sala “Caduti di Nassirya” di Palazzo Madama la conferenza stampa celebrativa del decennale. L’incontro è stato promosso su iniziativa di Loredana De Petris, Presidente del Gruppo Misto al Senato e di Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente della Fondazione UniVerde) in collaborazione con ISPRA – SNPA, Isola della Sostenibilità e SOS Terra Onlus.

“Quando lanciai i temi del cambiamento e dell’adattamento climatico, era chiaro che il riscaldamento terreste e i danni prodotti dai gas serra avrebbero messo seriamente a rischio i nostri territori e la popolazione. Alcuni ebbero il coraggio di strumentalizzare la Conferenza e il lavoro dei validi tecnici e scienziati che collaborarono alla sua preparazione – commenta Pecoraro Scanio – Avere perso dieci anni è stato un crimine, ora basta ritardi. Fenomeni estremi come bombe d’acqua e alluvioni stanno stravolgendo lo scenario climatico del Paese e il recente disastro di Livorno ci ricorda che le nostre città sono vulnerabili ai pericoli. Non è accettabile perdere vite umane. Il Governo deve approvare subito il Piano di Adattamento ai Cambiamenti Climatici e varare un vero programma di manutenzione del territorio. Serve un controllo continuo sulla qualità dei lavori in corso, anche con droni, e la possibilità per i cittadini di seguire sul web l’avanzamento delle opere di messa in sicurezza”.

2007-2017 a confronto. Da un’analisi dei dati ISPRA relativi al 2007, il 10% del territorio italiano era interessato da forte criticità idrogeologica, mentre le ultime stime ci dicono che la percentuale delle aree a rischio è quasi raddoppiata (19,4%). La popolazione esposta a rischio frana ammontava a 992.403 abitanti e oggi è passata a 1.247.679, mentre quella esposta a rischio alluvione ha quasi raggiunto i 2 milioni di persone e questi dati, sia per le frane che per le alluvioni, considerando solo i residenti nelle aree a pericolosità elevata e molto elevata arrivando a oltre 9 milioni se si considerano anche gli abitanti che vivono in aree a scenario di pericolosità media e scarsa. L’ISPRA, infatti, ha evidenziato un trend positivo degli interventi a mitigazione del rischio idrogeologico, solo nel biennio 2007-2008. Dal 2009, invece, gli stessi dati confermano l’assenza di programmazione. Durante la Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici si evidenziò come l’anomalia della temperatura media si attestasse allora a + 1 °C rispetto al trentennio 1961-1990: in meno di dieci anni è passata a + 1,58 °C con il 2017 già entrato nella storia per le roventi temperature raggiunte. Per quanto riguarda le precipitazioni, negli ultimi anni, al fenomeno di improvvise bombe d’acqua e alluvioni si sono succeduti periodi di prolungata siccità alla quale è inesorabilmente collegata la desertificazione che interessa il 40% del territorio nazionale, soprattutto nelle regioni meridionali e nelle isole.

“Sono stati persi dieci anni dall’allarme lanciato nel settembre 2007 e ora occorre approvare subito il Piano Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici – ha dichiarato la Sen. Loredana De Petris – In Parlamento lavoreremo affinché ciò avvenga nei prossimi mesi”.

“Con le conseguenze dei cambiamenti climatici abbiamo avuto a che fare spesso in questi dieci anni dalla prima Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici e quanto accaduto questa estate ha rappresentato purtroppo una sintesi di ciò che potrebbe accadere se non decidiamo di attuare tutte quelle azioni di mitigazione e di adattamento che tali cambiamenti impongono di fare – dichiara con una nota il Presidente dell’ISPRA Stefano Laporta – Iniziative come quella di oggi ed il ruolo della stampa sono fondamentali per sensibilizzare l’opinione pubblica e anche per sollecitare gli stessi media a trattare più spesso i temi legati alla tutela ambientale, e non solo in occasione di disastri o emergenze, perché risultati concreti possono nascere anche da un’opera costante di divulgazione. L’ISPRA come l’intero Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente garantisce l’impegno su tutto il territorio nazionale, attraverso l’elaborazione, la diffusione di dati, la realizzazione di stime di emissione di gas serra, la valutazione degli effetti delle misure di riduzione e la messa punto di un set di indicatori di cambiamenti del clima e dei relativi impatti”.

Sono intervenuti all’incontro, moderato dal giornalista di “La Repubblica” Antonio Ciancullo: Loredana De Petris (Presidente Gruppo Misto, Senato della Repubblica), Alfonso Pecoraro Scanio (Presidente Fondazione UniVerde), Valerio Giannubilo (Responsabile evento e comunicazione Isola della Sostenibilità), Serena Pellegrino (Vice Presidente Commissione Ambiente, Camera dei Deputati), Fulco Pratesi (Presidente Onorario WWF Italia), Roberto Caracciolo (Coordinatore generale della 1° Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici 2007, ISPRA), Giuseppe Onufrio (Direttore esecutivo, Greenpeace Italia), Rossella Muroni (Presidente Legambiente), Valerio Rossi Albertini (Fisico CNR).

Obiettivo Terra e Cinema

31 agosto 2017 10:40

Nell’Anno Internazionale ONU del Turismo Sostenibile, la Fondazione UniVerde ha inaugurato questa mattina alla 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia la terza rassegna dedicata a “Obiettivo Terra e Cinema“, il concorso di fotografia geografico-ambientale voluto dal Presidente Alfonso Pecoraro Scanio, in collaborazione con la Società Geografica Italiana, ideato per promuovere la bellezza e i tesori dei parchi nazionali, regionali e delle aree marine protette d’Italia.

Pecoraro Scanio ha dichiarato: «Il cinema ha sempre attinto dalle grandi bellezze del nostro Paese. È giunto il momento che questa attitudine diventi occasione per promuovere, in modo organizzato, il vero turismo sostenibile attraverso un’adeguata e congiunta azione di Governo, Regioni e Film Commission. Sono convinto che il portale annunciato oggi dal MiBACT dovrà muoversi in questa direzione. La rassegna “Obiettivo Terra” vuole far conoscere, in occasione della Mostra di Venezia, le bellezze dei parchi e delle aree marine protette italiane, scrigni di una biodiversità unica al mondo. Il cineturismo deve essere una risorsa per l’economia italiana, serve suggerire location meravigliose alle società di produzione ma sempre nel rispetto di questi luoghi, attraverso i green set. La sostenibilità è la chiave per promuovere il turismo di qualità e una occupazione duratura per tutti gli operatori interessati».

Tra le più belle foto dell’ultima edizione del concorso, la rassegna “Obiettivo Terra”, inaugurata nella sontuosa hall dello storico Hotel Excelsior del Lido, ha portato all’attenzione dei numerosi operatori di settore, dei rappresentanti istituzionali e degli ospiti della Mostra le 13 immagini vincitrici e una integrazione delle finaliste. Bellissimi scatti rappresentativi del patrimonio ambientale italiano. Insieme alla foto di Tania De Pascalis, vincitrice all’8a edizione del concorso – una pattinata sullo stupendo lago ghiacciato di Braies, uno dei più affascinanti dell’Alto Adige – e a quella di Giovanni Volpe vincitrice della menzione speciale “Madre Terra” – che immortala lo spettacolo della fioritura dei papaveri sulle meravigliose pendici dei Monti Sibillini – gli scatti portati al Lido valorizzano le peculiarità naturali e faunistiche di tutte le aree protette della penisola.

All’iniziativa, realizzata dalla Fondazione UniVerde, in partnership con l’associazione SOS Terra Onlus e l’Hotel Excelsior, sono intervenuti tra gli altri Francesco Palumbo, Direttore Generale Turismo del MiBACT, che ha molto apprezzato la proposta di Pecoraro Scanio di favorire il cineturismo alla scoperta delle perle paesaggistiche della penisola, e Mariella Troccoli, Dirigente DG Cinema del MiBACT, che ha sostenuto l’integrazione tra cinema, ambiente e turismo.

All’inaugurazione della rassegna fotografica “Obiettivo Terra”, che proseguirà nei giorni della Mostra presso l’Italian Pavillion, sono intervenuti insieme all’ex Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente: Stefania Ippolito, Presidente Italian Film Commissions, Andrea Occhipinti, Presidente Distributori ANICA, Marcello Foto, Direttore Centro Sperimentale di Cinematografia e Marco Gisotti, Direttore Green Drop Award, e i rappresentanti della Guardia Costiera della Direzione Marittima di Venezia.

Tanka Forum. La sostenibilità come strategia di promozione della Sardegna

18 agosto 2017 14:57

Nel nuovo “Valtur Tanka Pavilion” di Villasimius la mostra fotografica “Obiettivo Terra – Sardegna” e il ciclo di incontri per valorizzare le eccellenze “Made in Sardinia”organizzati da Fondazione UniVerde e Valtur

Debutta il “Tanka Forum 2017”, il progetto dedicato alla “sostenibilità come strategia di promozione della Regione Sardegna” organizzato da Valtur e Fondazione UniVerde.

Dal 21 luglio all’8 settembre il Valtur di Villasimius ospiterà 6 incontri pubblici per valorizzare le eccellenze “Made in Sardinia” dal turismo sostenibile e l’ecoturismo al rilancio delle Aree Protette; la riscoperta e la degustazione dei prodotti tipici e a marchio, promossa insieme alla Fondazione Campagna Amica e Coldiretti Sardegna, partner del forum; l’incontro con giovani imprenditori sardi che stanno portando nel mondo l’innovazione tecnologica green e infine il rilancio della tutela del mare, fondamentale per il benessere dell’isola. A cornice degli eventi, la mostra fotografica “Obiettivo Terra – Sardegna” con decine di immagini dei Parchi Nazionali, Regionali e delle Aree Marine Protette dell’isola, selezionate tra quelle candidate in occasione delle varie edizioni dell’omonimo concorso fotografico “Obiettivo Terra”, organizzato ogni anno dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica Italiana per celebrare la Giornata Mondiale della Terra, e un focus composto dalle immagini messe a disposizione dall’Area Marina Protetta di Capo Carbonara.

Il progetto “Tanka Forum 2017” è rivolto agli ospiti del resort ma anche ad invitati esterni, e nasce dal reciproco interesse di Valtur e UniVerde nel promuovere iniziative volte alla sensibilizzazione della collettività sui temi del turismo sostenibile e del rispetto e tutela dell’ambiente.

In Italia vantiamo un grande patrimonio naturalistico, oltre che storico e culturale, dal valore inestimabile” – afferma Elena David, Amministratore Delegato Valtur. “Per preservarlo, ma al contempo renderlo una fonte di ricchezza per l’economia del territorio e dell’intero Paese, è fondamentale che chi vi opera prenda coscienza dei danni del turismo non responsabile sull’ambiente, e che diventi tutore e custode del territorio stesso”.

Il turismo sostenibile è un pilastro della carta dei valori Valtur ed è nostro costante obiettivo trasformare tali dichiarazioni in azioni concrete: questa, ad esempio, la strada intrapresa per trasformare l’area del Valtur Tanka in un’isola ecologica con raccolta totalmente differenziata. Con la volontà di sensibilizzare la collettività su questo tema nasce il Tanka Forum, un importante evento che rafforza ulteriormente la nostra collaborazione con Istituzioni Regionali, Enti Locali ed Associazioni di categoria per lo sviluppo della Sardegna”.

“Abbiamo deciso con grande piacere di sostenere Valtur nell’organizzazione di un forum che metta al centro la Sardegna e l’ingegno dei sardi – ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente Fondazione UniVerde. Attraverso questi incontri scopriremo delle best practice e delle eccellenze di questa meravigliosa terra che ha tanto da offrire. Paesaggi e mare incontaminati, cibo salubre e un’ospitalità turistica che punta sempre più sulla sostenibilità è quanto viene offerto ai tanti turisti che vanno sempre più aiutati a conoscere e rispettare le bellezze naturali dell’isola. Inoltre, in continuità con le mostre “Obiettivo Terra” esposte anche al Palazzo di Vetro dell’ONU a New York, dove quest’anno torneremo in occasione del Columbus Day con le foto dell’edizione 2017, con questa mostra vogliamo sottolineare l’importanza della tutela degli ecosistemi marini e terresti non solo per il nostro benessere ma anche per contrastare il cambiamento climatico”.

Importanti ospiti e autorità interverranno agli incontri per questa prima “kermesse della sostenibilità” in occasione della quale sarà possibile confrontarsi con rappresentanti delle Istituzioni, visitare la mostra, degustare prodotti tipici, remare in canoa con il campione olimpico Bruno Mascarenhas e tanto altro.

Queste le date e il programma di incontri:

21 luglio 2017 “Le aree protette della Sardegna, eccellenze naturali e scrigno di biodiversità” Inaugurazione della mostra “Obiettivo Terra – Sardegna”

28 luglio 2017 “Sardegna a km 0. La riscoperta dei prodotti tradizionali sardi apprezzati nel mondo”

4 agosto 2017 “Tradizioni culinarie regionali e le ricette della longevità”

25 agosto 2017 “Giovani e start-up innovative: Sardinia goes global”

1 settembre 2017 “La nuova offerta turistica: turismo sostenibile ed ecoturismo”

8 settembre 2017 “Mediterraneo da Remare: benessere del mare è risorsa per l’isola”

Il Forum inaugura ufficialmente il Valtur Tanka Pavilion, la nuova tensostruttura progettata per ospitare grandi eventi fino a 1.500 persone, nell’ottica anche di ampliare l’utilizzo del resort oltre ai consueti mesi estivi.

In basso è possibile scaricare il programma in PDF:

Programma TANKA FORUM 2017.pdf

In basso è possibile scaricare i comunicati stampa in PDF:

CS Tanka Forum 2017 FL.pdf

CS Tanka Forum 2017 – 21 luglio 2017

CS Tanka Forum 2017 – 27 luglio 2017 FL

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

23 luglio 2017 21:22

CONFERENZA STAMPA

Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati
Via della Missione, 4 Roma

#Stopincendi petizione su change.org

in 20.000 chiedono a governo e parlamento interventi urgenti.

Priorità prevenzione: Tecnologie innovative e attività agroforestali

Interverranno:
Alfonso Pecoraro Scanio
già ministro dell’Agricoltura e dell’Ambiente
Presidente Fondazione UniVerde

Serena Pellegrino

Vice Presidente Commissione Ambiente Camera dei Deputati

Elena Fattori

Vicepresidente Commissione Agricoltura al Senato

Stefano Masini

Responsabile Ambiente Coldiretti

Ing. Alan TorrisiDott. Pietro Gorgazzini

Imprenditori startup tech italiane

sarà presente il Generale C.A. Antonio Ricciardi

Comandante delle Unità per la Tutela Forestale Ambientale e Agroalimentare dell’Arma dei Carabinieri (C.U.T.F.A.A.)

Sono stati invitati gli esponenti di tutti i gruppi parlamentari

RSVP: info@fondazioneuniverde.it

L’accesso alla sala è consentito fino al raggiungimento della capienza massima. Agli uomini è richiesto di indossare giacca.

N.B. Le richieste di accredito per giornalisti, fotografi e tele-cine-operatori devono essere inviate all’Ufficio Stampa della Camera dei Deputati.

In basso è possibile scaricare il programma in PDF:

25 luglio 2017 Conferenza Stampa #STOPINCENDI


Salvare energia salverà la società

4 luglio 2017 15:42

L’Osservatorio Imprese e Consumatori (OIC), in collaborazione con StopSecret Magazine, organizza l’evento “Salvare energia salverà la società” che si terrà il prossimo 13 luglio presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari, a Montecitorio, Roma. Tra i relatori anche il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio che interverrà alle 10:30 su “Nuove prospettive di risparmio attraverso lo stoccaggio in batteria. Come funzionano i sistemi di stoccaggio a batteria e quali benefici potranno avere consumatori ed imprese dall’implementazione delle nuove tecnologie per il risparmio energetico”.

Al convegno interverranno anche esperti del settore, docenti universitari, esponenti di Associazioni di Consumatori, Autorità del settore, imprenditori del comparto energy ed esponenti politici.

Un’occasione per approfondire lo stato dell’arte del settore dell’energia, gli orizzonti normativi, le nuove prospettive che si aprono attraverso lo stoccaggio in batteria, il ruolo dei prosumer e i benefici che potranno avere consumatori e imprese grazie alle nuove tecnologie di risparmio energetico.

In basso è possibile scaricare il programma in PDF:

Salvare Energia Programma.pdf

#StopCETA il 5 luglio in Piazza Montecitorio

2 luglio 2017 15:25

Il CETA, l’accordo di libero scambio tra Unione Europea e Canada, è arrivato in Parlamento e serve una mobilitazione di massa per fermare il processo di ratifica. Non c’è tempo da perdere, soltanto la partecipazione di tutti può cambiare le sorti di questa battaglia dopo l’accelerazione del governo.

Con il CETA, come spiega bene la Coldiretti nel suo rapporto, il Canada e l’Unione Europea si impegnano a:

  • procedere alla progressiva liberalizzazione degli scambi;
  • avviare un’attività di riduzione e soppressione reciproca dei dazi doganali
  • assicurare l’astensione dall’adozione o dal mantenimento in vigore dei divieti o restrizioni all’importazione o all’esportazione delle merci

Il CETA introduce sostanzialmente un meccanismo di deregolamentazione degli scambi e degli investimenti che non giova alla causa del libero commercio e pregiudica in modo significativo la qualità, la competitività e l’identità del sistema agricolo nazionale e la sicurezza dei consumatori.

Il trattato CETA è un attacco all’ambiente, ai diritti dei cittadini, alla salute dei consumatori e agli agricoltori.

Nonostante la Commissione Affari Esteri del Senato abbia approvato il trattato CETA il 5 luglio alle 10:00 in Piazza Montecitorio ci sarà una grande manifestazione indetta dalla Coldiretti, cui hanno già aderito Cgil, Arci, Adusbef, Movimento Consumatori, Legambiente, Greenpeace, Slow Food International, Fondazione UniVerde, Sos Terra, Federconsumatori, Acli Terra e Fair Watch e tante altre associazioni agricole e ambientaliste per chiedere al Parlamento, prima di votare, di riflettere sul bene comune di tutti i cittadini.

Questo trattato è dannoso per gli interessi degli italiani e degli europei! #StopCETA

Vi aspettiamo in Piazza Montecitorio!

In basso è possibile scaricare il rapporto sul Ceta della Coldiretti in PDF:

Rapporto CETA Coldiretti.pdf

Diventare consulenti green dell’Unione Europea: Come fare?

26 giugno 2017 10:27

LA NOSTRA GUIDA AI BANDI APERTI NEI SETTORI LOTTA ALL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO – TUTELA DEL MARE E DELLE ZONE COSTIERE – TECNOLOGIE ENERGETICHE PULITE

di Avv. Maurizia Venezia

L’Unione Europea apre le proprie porte ai migliori professionisti dell’economia green invitandoli a manifestare il proprio interesse per prestare assistenza tecnica alla Commissione nella preparazione e nello svolgimento di dialoghi e di un forum sull’aria pulita, sostenere le attività dell’EFCA in relazione allo sviluppo delle capacità e a funzioni della guardia costiera, realizzare studi relativi alle tecnologie energetiche pulite. Una volta stilati gli elenchi di esperti ritenuti idonei, l’Ue vi attingerà per soddisfare le specifiche esigenze del settore prescelto.

Come, dove e quando si possono presentare le candidature?

Ecco gli step da seguire:

Bando 2016/S 178-319054 – Belgio-Bruxelles: Invito a manifestare il proprio interesse — elenco di fornitori per la prestazione di assistenza tecnica alla Commissione nella preparazione e nello svolgimento di dialoghi sull’aria pulita e di un forum sull’aria pulita

Ente appaltante:

Commissione europea, Directorate-General for the Environment, Unit C3: Air, avenue de Beaulieu 9, 4th floor, 1049 Brussels, BELGIO. E-mail: ENV-CLEAN-AIR-DIALOGUES-AND-FORUM@ec.europa.eu

Le manifestazioni di interesse devono essere presentate in una delle lingue ufficiali dell’Unione europea per via elettronica al seguente indirizzo: http://ec.europa.eu/environment/funding/cei_lc_en.htm

Competenze:

Al fine di garantire un adeguato supporto tecnico a favore della Commissione nel settore della valutazione e della gestione della qualità dell’aria nell’Unione europea, le parti interessate devono avere una comprovata esperienza in almeno 1 dei seguenti settori di competenza, che dovrà permettere di creare sottoelenchi di fornitori:
• valutazioni della qualità dell’aria

.  valutazioni delle emissioni atmosferiche

.  monitoraggio e della comunicazione delle emissioni di inquinanti atmosferici

.  verifica degli inventari di emissione, delle proiezioni basate su modelli di future tendenze delle emissioni e sviluppo di misure volte a ridurre le emissioni del settore dei trasporti,
. gestione della qualità dell’aria e relative misure di miglioramento
Luogo della prestazione:

Il principale luogo di esecuzione degli incarichi di cui al punto 7 saranno i locali delle parti interessate e Bruxelles, anche se una parte importante dell’appalto di servizi potrà essere erogata durante le visite nazionali negli Stati membri dell’UE.

Scadenza dell’elenco di esperti:

L’elenco risultante dal presente avviso è valido per 5 anni a partire dalla spedizione del presente avviso. Le parti interessate possono presentare una candidatura in qualsiasi momento prima degli ultimi 3 mesi di validità dell’elenco.

Bando 2016/S 143-258096 – Spagna-Vigo: Invito a manifestare il proprio interesse al fine di stilare un elenco di esperti per sostenere le attività dell’EFCA in relazione allo sviluppo delle capacità e a funzioni di guardia costiera

Ente appaltante

Agenzia europea di controllo della pesca (EFCA), att.ne EFCA Training, PO Box 771, 36200 Vigo (Pontevedra), SPAGNA. Tel. +34 986 12 06 10. Fax +34 886 12 52 39. E-mail: CEI201601@efca.europa.eu

Presentazione elettronica delle candidature: CEI201601@efca.europa.eu

Competenze:

Attraverso la creazione di un elenco di esperti esterni, l’EFCA intende soddisfare le sue necessità di competenze che possono sorgere nel contesto delle sue attività di sviluppo delle capacità e della cooperazione nell’ambito della funzione di guardia costiera (CGF)* a livello dell’Unione europea. Il presente invito a manifestare interesse riguarda i settori specifici elencati di seguito:
- esperto in materia di governance delle funzioni di guardia costiera:
-  esperto operativo in materia di funzioni di guardia costiera:
- esperto in materia di controllo e ispezione della pesca (tracciabilità, commercializzazione, trasporto):
-  esperto in materia di lotta contro la pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata (pesca INN):
- esperto in materia di sistemi di monitoraggio, controllo e sorveglianza della pesca:
- esperto giuridico/in materia di applicazione della legge

-  esperto in materia di tecniche di analisi e di gestione del rischio:
- esperto in materia di quadro europeo delle qualifiche/quadro delle qualifiche settoriali:
Periodo di validità dell’elenco risultante dall’invito a manifestare interesse:

Scadenza dell’elenco risultante dall’invito a manifestare interesse: 16.7.2021.
Termine ultimo per la presentazione delle candidature:

16.4.2021.
Lingua o lingue in cui le candidature possono essere presentate:

Una delle lingue ufficiali dell’UE.

Bando 2016/S 112-198640 Italia-Ispra: JRC/IPR/2016/F.7/0047/VL — Studi relativi alle tecnologie energetiche pulite – Invito a manifestare il proprio interesse

Ente appaltante:

Commissione europea, Joint Research Centre (JRC), Institute for Energy and Transport, attention: Ms Monica Magagna, via Enrico Fermi 2749, TP 582, 21027 Ispra VA, ITALIA. E-mail: JRC-ISPRA-IET-PROCUREMENT@ec.europa.eu

Le manifestazioni di interesse devono essere presentate in una delle lingue ufficiali dell’Unione europea per via elettronica al seguente indirizzo:
https://web.jrc.ec.europa.eu/callsfortender/index.cfm?action=app.homepage&type=11

Competenze:

• energia eolica,
• fotovoltaico,
• elettricità eliotermica,
• riscaldamento e raffreddamento solare;
• energia oceanica,
• energia geotermica,
• energia idroelettrica,
• calore ed energia dalla biomassa,
• cattura, utilizzo e stoccaggio del carbonio,
• generazione flessibile/di back-up,
• combustibili fossili non convenzionali,
• biocarburanti avanzati sostenibili,
• celle a combustibile e idrogeno,
• combustibili alternativi avanzati.
Luogo della prestazione:

JRC Ispra, Institute for Energy and Transport, via Enrico Fermi 2749, 21027 Ispra VA, ITALIA.
JRC Petten, Institute for Energy and Transport, Westerduinweg 3, 1755 LE Petten, PAESI BASSI (indirizzo visitatori); PO Box 2, 1755 ZG Petten, PAESI BASSI (indirizzo postale).

Scadenza dell’elenco risultante dal presente invito a manifestare interesse:

L’elenco risultante dal presente avviso è valido per 5 anni a partire dalla spedizione del presente avviso. Le parti interessate possono presentare una candidatura in qualsiasi momento prima degli ultimi 3 mesi di validità dell’elenco.