Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Parte l’8 edizione della campagna nazionale “Mediterraneo da remare” con focus “No plastic”

(ROMA, 28 giugno 2018) È stata presentata questa mattina, dalla sede galleggiante di Marevivo, l’8a edizione di “Mediterraneo da remare”, la campagna nazionale di sensibilizzazione alla tutela [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Animal Geographies/Animal Spaces

Come cambiano i rapporti fra esseri umani e animali nello spazio urbano e nello spazio rurale? Quali sono le conseguenze geografiche delle nostre scelte alimentari? [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

GRANDI FIUMI: ALLARME SICCITA’

30 giugno 2009 12:35

Martedì, 30 giugno 2009

Lo hanno lanciato gli studiosi del National Center for Atmospheric Research (NCAR) in Colorado. Il surriscaldamento globale sta prosciugando i fiumi.
In uno studio divulgato di recente e pubblicato dall’American Meteorological Society’s Journal of Climate, i ricercatori hanno preso in esame circa 925 fiumi del mondo.
Hanno constatato che in poco meno di sessant’anni, dal 1948 al 2004, oltre la metà dei corsi d’acqua ha visto ridotto il proprio livello, in alcuni casi più che dimezzato.
L’alterazione dei ritmi delle precipitazioni e l’aumento del tasso di evaporazione, determinato dalle temperature sempre più elevate, provocano una continua, graduale diminuzione della portata dei fiumi che rappresentano quasi il 73% delle riserve mondiali di acqua dolce superficiale.
La mappa del rischio interessa soprattutto le regioni subtropicali del pianeta: il Niger nell’Africa Occidentale, il Gange in India, il Fiume Giallo in Cina ed anche il Colorado negli Stati Uniti.

L’allarme è particolarmente grave in Africa, dove è a rischio l’approvvigionamento di acqua e cibo in zone densamente popolate e già molto provate da siccità e carestie.
Solo il Fiume Azzurro in Cina ed il Brahmaputra in India, che nascono dalla catena dell’Himalaya, sono risultati stabili nel periodo in questione. Ma gli studiosi sono preoccupati anche di questo. Anch’essi potrebbero iniziare a disseccarsi proprio per il progressivo scioglimento dei ghiacci himalayani che li alimentano.

Di questo preoccupante fenomeno i cambiamenti climatici sono la maggiore delle cause ma non l’unica. Anche l’uomo interviene direttamente sulla portata dei fiumi intercettandone l’acqua con deviazioni e dighe, per sfruttarla in agricoltura o per l’industria. Ciò rende più serio il rischio di siccità proprio dove l’acqua è un bene primario per la sopravvivenza delle popolazioni.

La diminuzione della portata dei fiumi incide anche sull’equilibrio degli oceani. La quantità di acqua dolce confluita nell’Oceano Pacifico è diminuita del 6%, cioè 526 chilometri cubi, circa la portata annuale del Mississippi, mentre nell’Oceano Indiano l’acqua dolce immessa si è ridotta del 3%. Questo incide sulla salinità e sulla temperatura dei mari, con effetti imponderabili sugli ecosistemi e con riflessi sempre meno trascurabili anche sul clima globale.

M.V.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr