Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

#BlueKayakDay #MediterraneoDaRemare2018: il 15 agosto tutti in canoa e kayak per #NoPlastic

Il 15 agosto 2018 è il #BlueKayakDay, evento della Federazione Italiana Canoa Kayak a sostegno di “Mediterraneo da remare” 2018, la campagna nazionale promossa dalla Fondazione [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Animal Geographies/Animal Spaces

Come cambiano i rapporti fra esseri umani e animali nello spazio urbano e nello spazio rurale? Quali sono le conseguenze geografiche delle nostre scelte alimentari? [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

In Artico per studiare l’acqua sotto il ghiaccio

28 gennaio 2011 13:20

Quest’anno la spedizione Catlin Arctic Survey (che si occupa di studiare l’acidificazione degli oceani, determinata dalla presenza di Co2 in atmosfera) analizzerà lo strato sottile di acqua che si trova sotto il ghiaccio galleggiante dell’Artico. Quest’ultimo, infatti, durante l’estate si sta sciogliendo molto più rapidamente rispetto alle previsioni.

La missione servirà a ottenere dati per capire se il flusso di acqua calda dell’Atlantico, conosciuto come Corrente del Golfo, possa arrestarsi, provocando temperature più basse in alcune zone dell’Europa Occidentale. L’Artico, infatti, è uno dei migliori barometri del cambiamento climatico e il luogo dove le variazioni delle condizioni termiche sono più evidenti.

Dall’analisi sarà possibile avere informazioni dettagliate sulle lastre di ghiaccio, misurare la temperatura, la salinità, il flusso di acqua e la velocità con cui si scioglie. L’ipotesi iniziale è che l’acqua resti lì, intrappolata, per isolare il ghiaccio dall’acqua tiepida e salata che si trova in basso. I risultati, disponibili nel 2012, serviranno a prevedere il futuro del ghiaccio marino Artico, e a migliorare le previsioni meteo del Nord Europa.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr