Sostieni Obiettivo Terra
Obiettivo Terra 2014
Get the Flash Player to see the slideshow.
seguici su
fondazioneuniverde su
seguici su google+
Mediterraneo da remare
Green Pride

Come salvare i nostri oceani dai rifiuti?

Slat Boyant, un giovane olandese, fondatore di Ocean Cleanup Foundation, ha presentato un nuovo dispositivo tecnologico ed efficace che consente di pulire e riciclare circa [...] [leggi tutto]

Climate change, l'Italia sarà in grado di adattarsi?

Mentre l’Italia é impegnata a seguire il dibattito sulla riforma del Senato, il resto del mondo si concentra  sui dati diffusi dall’IPCC sui cambiamenti climatici, e [...] [leggi tutto]

A giugno in Italia il picco delle rinnovabili

16 giugno 2013: ricordatevi questa data. Perché quel giorno, per la prima volta e per un paio d’ore, tra le 14 e le 15, in [...] [leggi tutto]

Task Force Per un'Italia libera da Ogm

Sabato 5 aprile ci sarà una prima mobilitazione nazionale della Task Force: “Per un’Italia libera da Ogm”, promossa da una coalizione di 39 associazioni tra [...] [leggi tutto]
login

Registrati

L’Italia non spenga il sole
Firma la petizione #salvArte
#salvArte
archivio

Nutrimento della libertà

La Facoltà dell’Aria è il secondo dei quattro settori di intervento di Fondazioneuniverde.it. La Facoltà pianifica e realizza corsi, seminari, iniziative e pubblicazioni anche online e seminari formativi in collaborazione con Associazioni e Istituzioni. La  Facoltà si occupa sotenere le azioni per l’attuazione del Protocollo di Kyoto e la lotta contro i cambiamenti climatici, il diritto all’aria pulita ribadito recentemente dalla sentenza della Corte di Giustizia Europea, la mobilità sostenibile e l’elettro smog. Questi sono i settori su cui sono già arrivate le proposte di intervento, ci riserviamo di aggiungere quelli che ci verranno segnalati. Tutti gli interventi devono tener conto degli obiettivi di Fondazioneuniverde.it in relazione alla riconversione ecologica (green economy) ed alla diffusione di conoscenze capaci di un impatto positivo sull’ecosistema.

Articoli precedenti

Climate change, l’Italia sarà in grado di adattarsi?

31 marzo 2014 17:22

Mentre l’Italia é impegnata a seguire il dibattito sulla riforma del Senato, il resto del mondo si concentra  sui dati diffusi dall’IPCC sui cambiamenti climatici, e i rischi gravi e irreversibili che ci saranno, anche per l’Europa. Il disinteresse nei confronti dell’ambiente è testimoniato dalla visibilità della notizia di questo nuovo rapporto data dai nostri quotidiani, rispetto [...] [leggi tutto]

2012: aumento record delle temperature

8 agosto 2013 13:40

Il 2012 è stato uno dei dieci anni più caldi della storia, e le temperature più elevate si sono registrate negli Stati Uniti e in Argentina. Ha battuto ogni record in merito alla perdita di ghiaccio nell’Artico, aumento del livello del mare ed emissioni di gas serra, secondo i dati raccolti dalla Noaa (National Oceanic [...] [leggi tutto]

Il decennio più caldo della storia

21 marzo 2013 13:21

La temperatura della Terra del decennio che va dal 2000 al 2010 è aumentata rispetto agli ultimi 11 mila anni circa. Lo dimostra una ricerca che ha analizzato dati provenienti da 73 siti in tutto il mondo ricostruendo la storia delle temperature globali dalla fine dell’ultima era glaciale. L’analisi più preoccupante riguarda le proiezioni della temperatura [...] [leggi tutto]

Doha: un fallimento scandaloso

10 dicembre 2012 15:24

La proroga fino al 2020 del protocollo di Kyoto, ma con la defezione di Russia, Canada e Giappone (quindi ancora più indebolito) non può nascondere il fallimento scandaloso della Cop 18, ovvero la Conferenza delle Parti di Doha. Sono anni ormai che questi vertici annuali si sono trasformati in un rituale delle occasioni mancate. Ciò che rende ogni anno più gravi [...] [leggi tutto]

Protocollo di Kyoto: cosa succederà al negoziato sul clima di Doha?

22 novembre 2012 21:39

22 novembre 2012 L’ultimo bollettino della World Meteorological Organization del 20 novembre scorso mostra che la concentrazione atmosferica di anidride carbonica, il principale gas ad effetto serra, nel 2011 ha raggiunto il valore record di 391 ppm (parti per milione), cioè il 40% in più rispetto all’epoca preindustriale (che comincia nel 1750) con un ritmo di [...] [leggi tutto]

L’auto ad aria compressa arriverà nel 2013

3 giugno 2012 10:11

Bisognerà aspettare ancora un anno per vederla circolare, ma finalmente l’auto alimentata unicamente da aria compressa, con emissioni quasi pari a zero, arriverà sulle strade europee. La Mdi (Motor Development International), ha raggiunto un accordo nel 2007, con la casa automobilistica indiana Tata che si occuperà della produzione. I motori ad aria compressa non sono qualcosa [...] [leggi tutto]

Noaa: Aprile il mese più caldo del 2012

20 maggio 2012 10:28

Secondo gli ultimi dati elaborati dal NOAA (National Oceanic and Atmosferic Administration), il mese di aprile, appena trascorso, è stato, a livello globale, il quinto mese più caldo dal 1880. La media dei parametri, combinando temperatura atmosferica e marina a livello superficiale, fa segnare un +0,65 °C rispetto a quella del secolo: rispettivamente 14,35°C e [...] [leggi tutto]

Le piogge condizionano i venti

18 febbraio 2012 22:18

Le piogge diminuiscono la velocità del vento perchè spazzano via dall’atmosfera una quantità importante di energia cinetica contenuta nelle correnti aeree. A causa del riscaldamento climatico del nostro Pianeta le precipitazioni tenderanno ad aumentare e, di conseguenza,  la velocità media del vento subirà un calo. Lo studio è stato condotto da un ricercatore dell’Università di New [...] [leggi tutto]

Il gelo non ferma il global warming

3 febbraio 2012 14:17

L’abbassamento delle temperature, che sta colpendo l’Italia in questi giorni, non arresta il fenomeno del global warming, da non confondere con il riscaldamento globale, nonostante siano ormai diventati sinonimi. Il global warming o surriscaldamento climatico è generato da cause antropiche, mentre il riscaldamento globale è determinato da cause naturali come la variazione dei moti della [...] [leggi tutto]

Il clima minaccia l’Everest e l’Himalaya

11 dicembre 2011 19:32

La zona montagnosa in cui si trova l’Everest, e molte delle altre vette da record mondiale, è particolarmente sensibile alle variazioni climatiche. Il CNR, infatti, durante la conferenza per i cambiamenti climatici (Cop17), ha riscontrato un forte aumento di inquinamento nell’area. Negli ultimi quattro anni, nella regione dell’Everest si è alzata notevolmente la quantità di black [...] [leggi tutto]