Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su google+
Firma la world petition!
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Edifici in bambù per assorbire Co2

21 dicembre 2010 17:51

Per ridurre il consumo di energia e le emissioni di Co2 è necessaria una riqualificazione energetica degli edifici. Secondo i dati forniti dall’Unione europea, le abitazioni e gli esercizi commerciali sono responsabili del 40% del consumo totale di energia e del 36% delle emissioni di diossido di carbonio. Percentuali che di certo non aiutano a raggiungere gli obiettivi comunitari che prevedono di ridurre del 20% l’inquinamento atmosferico entro il 2020.

Recentemente l’International Network for Bamboo and Rattan (Inbar) ha dimostrato che il bambù è in grado di assorbire anidride carbonica e per la sua resistenza può essere usato anche per l’edificazione delle abitazioni. Economico e facilmente disponibile nei paesi in via di sviluppo, questo materiale è un valido alleato nella lotta contro i cambiamenti climatici.

Il bambù è molto più forte dell’acciaio, riesce a resistere a disastri naturali come cicloni, terremoti e tempeste, è più economico del legno e utilizza meno energia rispetto alla lavorazione del cemento.

Un modello comparativo dell’Inbar conferma che in 10 anni, un ettaro di bambù (Phyllostachys pubescens) è in grado di catturare 30 tonnellate di anidride carbonica rispetto, ad esempio, a una piantagione di abete cinese (Cunninghamia lanceolata) delle stesse dimensioni. Così in Messico il governo ha deciso di promuovere lo sviluppo dell’industria del bambù perché potrebbe portare benefici economici, sociali ed ecologici in tutto il Paese.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr