Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Parte l’8 edizione della campagna nazionale “Mediterraneo da remare” con focus “No plastic”

(ROMA, 28 giugno 2018) È stata presentata questa mattina, dalla sede galleggiante di Marevivo, l’8a edizione di “Mediterraneo da remare”, la campagna nazionale di sensibilizzazione alla tutela [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Animal Geographies/Animal Spaces

Come cambiano i rapporti fra esseri umani e animali nello spazio urbano e nello spazio rurale? Quali sono le conseguenze geografiche delle nostre scelte alimentari? [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Il decennio più caldo della storia

21 marzo 2013 13:21

La temperatura della Terra del decennio che va dal 2000 al 2010 è aumentata rispetto agli ultimi 11 mila anni circa. Lo dimostra una ricerca che ha analizzato dati provenienti da 73 siti in tutto il mondo ricostruendo la storia delle temperature globali dalla fine dell’ultima era glaciale.

L’analisi più preoccupante riguarda le proiezioni della temperatura globale entro il 2100, anno in cui quasi tutti i modelli climatici valutati dall’IPCC dimostrano che le temperature supereranno il massimo rispetto al periodo definito come Olocene (11 mila anni fa che si estende per l’intero periodo delle civiltà umana), indipendentemente dai possibili scenari sull’emissioni di gas ad effetto serra.

Secondo i modelli climatici, le temperature globali aumenteranno da 2 a 11,5 gradi entro la fine di questo secolo, in gran parte a causa dell’emissione di carbonio e altri gas serra incrementata negli ultimi 100 anni. Basti pensare che il decennio tra il 1900 e il 1910 è stato uno dei più freddi negli ultimi 100 anni.

Lo studio, realizzato dagli scienziati dell’Oregon State University e dell’Harvard University, negli Stati Uniti, è stato pubblicato sulla rivista scientifica Science.

Restano pochi dubbi sull’irreversibilità del cambiamento climatico e dei danni che provocherà. L’alternativa urgente e immediata da avviare è quella di ridurre a zero le emissioni globali e l’uso di combustibili fossili in modo da bloccare l’innalzamento rapido delle temperature che danneggia non solo la salute dell’ambiente ma anche quella umana.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr