Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su google+
Firma la world petition!
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Il gelo non ferma il global warming

3 febbraio 2012 14:17

L’abbassamento delle temperature, che sta colpendo l’Italia in questi giorni, non arresta il fenomeno del global warming, da non confondere con il riscaldamento globale, nonostante siano ormai diventati sinonimi. Il global warming o surriscaldamento climatico è generato da cause antropiche, mentre il riscaldamento globale è determinato da cause naturali come la variazione dei moti della terra o i  cicli solari.

Lo studio dell’Iia (Istituto sull’inquinamento atmosferico) del Cnr di Roma, riguardante i motivi dell’aumento della temperatura del Pianeta, dimostra che le cause di  tale incremento negli ultimi 60 anni sono imputabili a una maggiore concentrazione di gas serra emessi dalle attività umane.
Per effettuare lo studio, gli scienziati hanno utilizzato una tecnica sviluppata da Clive Granger, economista e statistico britannico, premio Nobel per l’economia nel 2003.

Tale ricerca, pubblicata su Atmospheric Science Letters, evidenzia che eliminando i fattori antropici dal modello previsionale costruito per l’analisi, non è possibile spiegare i motivi del surriscaldamento degli ultimi decenni e che i gas serra di origine antropica sono responsabili dei mutamenti climatici avvenuti negli ultimi anni. Escludendo le cause di origine antropica non si può ricostruire la curva in ascesa delle ultime temperature. Le attività umane quindi, rispetto agli influssi naturali, sono state determinanti per questo fenomeno.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr