Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Parte la 9a edizione della campagna nazionale “Mediterraneo da remare” con focus “No plastic”

Fondazione UniVerde e Marevivo: “Italia tuteli la bellezza della biodiversità anche con l’istituzione di nuove aree marine protette” (ROMA, 15 maggio 2019) È stata presentata [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

“OBIETTIVO TERRA” 2019: vince Rosario Scariati con la foto dei cavallucci marini dell'Area Marina Protetta Punta Campanella

Premio Cobat per la mobilità sostenibile all’Area Marina Protetta Capo Carbonara e premio Fiaba Onlus al Parco Naturale Adamello Brenta per l’accessibilità e la fruibilità [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Rassegna stampa Concorso fotografico “Obiettivo Terra” 2018
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Le temperature aumentano e gli animali diminuiscono di “taglia”

19 ottobre 2011 10:29

Il cambiamento climatico ha effetti su piante e animali come dimostra lo studio di due biologi dell’università di Singapore, in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Natural Climate Change.

I ricercatori Jennifer Sheridan e David Bickf sostengono che esista una relazione tra il cambiamento climatico e la riduzione delle dimensioni degli organismi.

Secondo questi studiosi, l’aumento della temperatura, causato da un incremento di Co2 nell’atmosfera, la diminuzione delle precipitazioni e l’impoverimento del suolo, comporterebbero la progressiva riduzione dello sviluppo delle piante, e di conseguenza di alcune specie animali.

Lo studio ha analizzatp la grandezza dei fossili e ha dimostrato che le dimensioni di alcuni frutti si rimpiccioliscono dal 3 al 17% per ogni grado Celsius in più. Tale fenomeno interessa anche le dimensioni del corpo degli invertebrati marini che si riducono dallo 0,5 al 4% e i pesci per i quali la percentuale arriva fino al 22% in meno.

La ricerca specifica, però, che esistono classi di animali come i mammiferi che sono soggetti a un aumento delle dimensioni. Dalle analisi dei ricercatori è emerso che questo accade agli animali che vivono a latitudini maggiori, in luoghi dove l’aumento delle temperature ha favorito il prolungamento della stagione, facilitando in questo modo la possibilità di alimentarsi e svilupparsi.

Gli studiosi sottolineano la pericolosità del processo che, causando il progressivo ridimensionamento degli organismi viventi, potrebbe avere in futuro effetti negativi per l’alimentazione umana.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr