Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

"Watertech Day: strumenti per la migliore distribuzione dell'acqua, bene comune"

Si svolge a Roma giovedì 28 marzo 2019, ore 9:00, alla Sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” (Piazza della Minerva, 38), [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

“OBIETTIVO TERRA” 2019: vince Rosario Scariati con la foto dei cavallucci marini dell'Area Marina Protetta Punta Campanella

Premio Cobat per la mobilità sostenibile all’Area Marina Protetta Capo Carbonara e premio Fiaba Onlus al Parco Naturale Adamello Brenta per l’accessibilità e la fruibilità [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Rassegna stampa Concorso fotografico “Obiettivo Terra” 2018
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

L’Italia gioca con la politica sui cambiamenti climatici

1 novembre 2008 10:02

IL’Italia rischia  di giocare il ruolo del “cattivo” nello smantellamento del coraggioso tentativo dell’Unione Europea di ridurre le emissioni di gas serra.
Silvio Berlusconi, Premier di centro destra è accusato di giocare con la  politica, mentre il Pianeta si surriscalda.

Questo è l’incipt di  un articolo del  Financial Times in cui si spiega ll’atteggiamento del Governo italiano nei confronti della direttiva europea per controllare l’effetto serra.

Secondo l’autorevole giornale finanziario l’attuale governo italiano è legato a doppio filo con la lobby industriale e la lotta ai cambiamenti climatici viene considerata un costo non affrontabile, specie in periodi di crisi.
Al contrario dello scorso anno quando i governi europei svelarono l’ambizioso piano “20-20-20″ (20% del taglio delle emissioni; 20% dell’energia da fonti rinnovabili; 20% di efficienza energetica entro il 2020) e l’Italia aveva corso in prima linea fra i sostenitori: ma all’epoca, ricorda il Ft, vi era un Verde alla guida del Ministero dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, considerato come “fumo negli occhi” dal mondo industriale italiano.

Per chi volesse approfondire qui c’è la traduzione completa dell’articolo.

 

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr