Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Valutazione degli impatti e dei rischi per gli scarichi dei dissalatori. Fondazione UniVerde e Marevivo: “Colmare vuoto legislativo per tutelare le Aree Marine Protette e gli habitat marini”.

Il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, Salvatore Micillo, e la Presidente del Gruppo Misto al Senato, Loredana De Petris, sottoscrivono il “decalogo” che definisce criticità tecniche [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

BLUE ECONOMY: UNA SFIDA GLOBALE. DIRITTO ALL'ACQUA, TUTELA DELLE RISORSE IDRICHE E DIFESA DEGLI ECOSISTEMI MARINI

Si svolge a Roma, mercoledì 28 novembre 2018, alla Sala Aurora del Consiglio Nazionale Forense (Via del Governo Vecchio, 3), l’appuntamento dedicato a “Blue Economy: [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Rassegna stampa Concorso fotografico “Obiettivo Terra” 2018
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

L’Ipcc chiarisce le incertezze sulle rinnovabili

20 ottobre 2011 21:49

Si nutrono, spesso, troppi dubbi e perplessità sulle fonti rinnovabili così l’Ipcc in un rapporto chiarisce tutte le idee distorte sulle fonti energetiche rinnovabli. La prima è quella che sostiene che gli impianti siano troppi piccoli e quindi non in grado di soddisfare il fabbisogno energetico dell’intera popolazione. In realtà, secondo una rassegna dei grandi progetti eolici, realizzata dal Global wing Energy council nel 2011, nei prossimi due anni in Cina saranno messi in funzione oltre 25 impianti di 200MW. Negli USA, invece, saranno realizzati 25 progetti sopra i 250 MW e nell’UE ce ne sono 39 oltre i 100 MW.

La seconda incertezza è che costi troppo rispetto alle fonti tradizionali. Il costo dell’elettricità varia a seconda dei Paesi. In alcuni Paesi come gli Usa e la Cina, l’eolico è competitivo rispetto al nucleare. Il concetto di grid party, che equipara i costi della produzione di energia solare ai costi delle tariffe domestiche anche senza incentivi, renderà le energie rinnovabili ancora più vantaggiose dal punto di vista economico, anche per i privati, considerando anche i costi ambientali e sociali dei combustibili fossili e del nucleare.

C’è da chiedersi allora perché, se convenienti, siano ancora così poco diffuse. Anche su questo però c’è da dire che gli investimenti del 2009 nei nuovi impianti rinnovabili hanno superato, per il secondo anno consecutivo, quelli dei nuovi impianti basati sui fossili. Una scelta che conferma l’interesse sempre più forte verso le rinnovabili. Una ricerca di Bloomberg, però, sostiene che i finanziamenti per i combustibili fossili superano di dodici volte quelli a sostegno delle rinnovabili. È necessario quindi attuare delle politiche che incentivino le tecnologie rinnovabili affinché questo settore possa essere in continua espansione.

È diffusa anche l’idea che una volta messi al bando il nucleare e il carbone ci saranno meno posti di lavoro con le fonti alternative. Eliminare le fonti energetiche inquinanti e dannose e sostituirle con le rinnovabili porterà ad avere sempre più posti di lavoro perché molte delle competenze acquisite per le fonti fossili saranno richieste anche per quelle rinnovabili.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr