Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

"Watertech Day: strumenti per la migliore distribuzione dell'acqua, bene comune"

Si svolge a Roma giovedì 28 marzo 2019, ore 9:00, alla Sala degli Atti Parlamentari della Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” (Piazza della Minerva, 38), [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

21 Marzo, Festa degli Alberi nelle Scuole. Evento di celebrazione a Napoli.

Giovedì 21 marzo celebriamo la Festa degli Alberi nelle Scuole con un incontro, presso la II Municipalità del Comune di Napoli, sull’importanza della biodiversità, la sua [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Rassegna stampa Concorso fotografico “Obiettivo Terra” 2018
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Shams 1: l’innovazione rinnovabile su larga scala

1 aprile 2013 16:06

La società Masdar (Emirati Arabi) insieme alla spagnola Albengoa Solar e alla francese Total ha inaugurato alcuni giorni fa Shams 1, il più grande impianto solare termodinamico mai costruito al mondo. La centrale è in grado di produrre 100 MW di energia e di soddisfare il fabbisogno di migliaia di famiglie negli Emirati Arabi, evitando l’emissione di 175.000 tonnellate di CO2 l’anno. Realizzato in soli tre anni, con un costo di 500 milioni di euro, ad Abu Dhabi, Shams 1 occupa una superficie di 2,5 chilometri quadrati, equivalente a 300 campi di calcio, e genera energia elettrica per 20.000 famiglie, utilizzando la tecnologia del solare cilindro parabolico più innovativa con 258.000 specchi montati su 768 collettori parabolici.

Abu Dhabi sta investendo in questi anni in una nuova industria energetica sia a livello nazionale che internazionale, ridefinendo così il suo ruolo nella fornitura di energia a tutto il mondo, con un mix di progetti che vanno dalle esportazioni di idrocarburi a sofisticati sistema di efficienza rinnovabile per un futuro sostenibile. Attualmente, gli Emirati Arabi sono l’unica nazione OPEC (Organization of the Petroleum Exporting Countries) che fornisce sia idrocarburi sia energia pulita a livello internazionale, integrando così fonti pulite, sicurezza energetica e lotta al cambiamento climatico.

Shams 1 rappresenta uno dei progetti più innovativi nel campo delle rinnovabili nel Medio Oriente che, come il resto del mondo, deve affrontare la sfida di soddisfare la domanda crescente di energia, riducendo le emissioni di carbonio. L’impianto è la testimonianza di come si possa fornire energia pulita e rinnovabile su larga scala in modo sostenibile, economico e sicuro.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr