Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su google+
Firma la world petition!
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Un reattore solare per produrre biocombustibili

14 gennaio 2011 10:53

Un gruppo di ricercatori statunitensi e svizzeri hanno creato un piccolo reattore capace di produrre biocombustibile catturando la luce solare, utilizzando acqua e ossido di cerio. Il processo è molto simile alla fotosintesi clorofilliana della piante, come si legge nell’articolo pubblicato sulla rivista Science.

Il prototipo è stato sviluppato da un team di scienziati del California Institute of Technology e opera imprigionando i raggi solari concentrandoli su un cristallo di quarzo, proiettando il fascio di luce su un ossido di cerio. Quest’ultimo, infatti, quando si riscalda emette ossigeno, quando si raffredda lo assorbe, fungendo così da catalizzatore, dissociando l’acqua dall’anidride carbonica. L’acqua perde ossigeno quando il cerio si raffredda e così si ottiene idrogeno per le celle a combustibile, o una miscela di monossido di carbonio e idrogeno conosciuta come Syngas (gas di sintesi).

Un reattore di questo tipo situato sul tetto di un’abitazione potrebbe fornire 12 litri di biocombustibili al giorno. Una soluzione che di certo garantirebbe un futuro energetico sostenibile.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr