Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
#pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Fukushima peggio di Chernobyl

1 settembre 2011 18:46

Oggi riprende l’anno scolastico a Fukushima me nelle strutture il livello di radioattività, dopo il disastro nucleare, resta ancora troppo alto ed è 13 volte superiore al massimo consentito. I livelli di cesio hanno superato gli standard di sicurezza in materia di radioprotezione e Greenpeace ha invitato il Governo giapponese a ritardare l’inizio dell’apertura delle scuole.

Alcuni campioni, prelevati tra il 17 e il 19 agosto, hanno rilevato radiazioni fino a 1,5 millisievert (m/Sv) per ora (13,14 m/Sv all’anno) in una scuola che accoglie bambini dall’età prescolare fino alla scuola superiore e che già era stata decontaminata. Questi livelli sono ben al di sopra dei tassi accettati a livello internazionale di 1 m/Sv l’anno per gli adulti, e del tutto superiori a quelli raccomandati per i bambini.

Il team di esperti di Greenpeace ha anche esaminato un campione ottenuto dal suolo di un parco al centro della città di Fukushima dove si è riscontrata una radioattività di 2 m/Sv per ora. In alcuni comuni la concentrazione di Cesio è superiore al livello di contaminazione raggiunto nel 1986 a Chernobyl.

Sembra dunque che gli sforzi di decontaminazione del governo giapponese non siano sufficienti a tutelare la salute e la sicurezza dei più piccoli, ma le autorità e la Tepco continuano a escludere il pericolo.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr