Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su google+
Firma la world petition!
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Task Force Per un’Italia libera da Ogm

4 ottobre 2013 14:16

La Fondazione UniVerde sostiene la coalizione “Task Force Per un’Italia libera da Ogm”, coordinata da Stefano Masini della Coldiretti, cui hanno aderito associazioni e organizzazioni che si occupano di agricoltura, ambiente e consumi per difendere le nostre produzioni agroalimentari e per rilanciare azioni, in Italia ed in Europa, per un’agricoltura Ogm Free.

«Il problema della nostra agricoltura – dichiara Stefano Masini, coordinatore della task force – non è quello di incentivare la produzione, ma quello di valorizzare i nostri prodotti attraverso il potenziamento dei territori, la difesa della biodiversità, la dignità del lavoro e i canali di distribuzioni in grado di valorizzare le caratteristiche uniche e distintive dei nostri prodotti agricoli”.

Da oggi raccoglieremo in nuova sezione notizie e testimonianze di esperti, giornalisti e delle associazioni aderenti alla coalizione.

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr