Noaa: Aprile il mese più caldo del 2012

Secondo gli ultimi dati elaborati dal NOAA (National Oceanic and Atmosferic Administration), il mese di aprile, appena trascorso, è stato, a livello globale, il quinto mese più caldo dal 1880. La media dei parametri, combinando temperatura atmosferica e marina a livello superficiale, fa segnare un +0,65 °C rispetto a quella del secolo: rispettivamente 14,35°C e 13,7°C.

Scomponendo i dati tra emisfero Nord e Sud, si notano, tuttavia, sensibili differenze. L’emisfero Nord ha registrato il livello record di riscaldamento degli ultimi 132 anni. L’emisfero Sud, invece, una media di temperature che attesta il periodo preso in esame al 16° posto per livello di temperature.

Considerando unicamente l’emisfero Nord, l’aumento di temperatura è stato causato più dall’effetto del riscaldamento a livello di superficie terrestre piuttosto che dal livello di superficie oceanica.

Ad eccezione di Francia, di alcune isole britanniche, di parte di Spagna e Norvegia, quasi tutte le aree continentali hanno registrato temperature in media superiori di 3°C.

L’Italia, dal canto suo, ha registrato un incremento di “soli” 2°C su base mensile.

Tuttavia, se non si guarda al solo dato di aprile, si intravede una tendenza non così allarmante.

Da gennaio ad aprile 2012, infatti, le medie di temperature registrate a livello globale si attestano al 15° posto rispetto al 1880.

Una dato che fa ben sperare che questo 2012 non toccherà i record registrati nelle annate 1998, 2005 e 2010.

Utilizzando il sito obiettivoterra.eu, accetti l'utilizzo dei cookie da parte della fondazione UniVerde. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi