Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su google+
Firma la world petition!
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

#StopCETA il 5 luglio in Piazza Montecitorio

2 luglio 2017 15:25

Il CETA, l’accordo di libero scambio tra Unione Europea e Canada, è arrivato in Parlamento e serve una mobilitazione di massa per fermare il processo di ratifica. Non c’è tempo da perdere, soltanto la partecipazione di tutti può cambiare le sorti di questa battaglia dopo l’accelerazione del governo.

Con il CETA, come spiega bene la Coldiretti nel suo rapporto, il Canada e l’Unione Europea si impegnano a:

  • procedere alla progressiva liberalizzazione degli scambi;
  • avviare un’attività di riduzione e soppressione reciproca dei dazi doganali
  • assicurare l’astensione dall’adozione o dal mantenimento in vigore dei divieti o restrizioni all’importazione o all’esportazione delle merci

Il CETA introduce sostanzialmente un meccanismo di deregolamentazione degli scambi e degli investimenti che non giova alla causa del libero commercio e pregiudica in modo significativo la qualità, la competitività e l’identità del sistema agricolo nazionale e la sicurezza dei consumatori.

Il trattato CETA è un attacco all’ambiente, ai diritti dei cittadini, alla salute dei consumatori e agli agricoltori.

Nonostante la Commissione Affari Esteri del Senato abbia approvato il trattato CETA il 5 luglio alle 10:00 in Piazza Montecitorio ci sarà una grande manifestazione indetta dalla Coldiretti, cui hanno già aderito Cgil, Arci, Adusbef, Movimento Consumatori, Legambiente, Greenpeace, Slow Food International, Fondazione UniVerde, Sos Terra, Federconsumatori, Acli Terra e Fair Watch e tante altre associazioni agricole e ambientaliste per chiedere al Parlamento, prima di votare, di riflettere sul bene comune di tutti i cittadini.

Questo trattato è dannoso per gli interessi degli italiani e degli europei! #StopCETA

Vi aspettiamo in Piazza Montecitorio!

In basso è possibile scaricare il rapporto sul Ceta della Coldiretti in PDF:

Rapporto CETA Coldiretti.pdf

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr