La Fondazione

La Fondazione UniVerde nasce nel 2008 da un’iniziativa di Alfonso Pecoraro Scanio, già Ministro dell’ambiente e delle politiche agricole, e da Gianfranco Amendola, Magistrato ambientalista, già Deputato al Parlamento Europeo.

Fin dall’inizio della propria attività, le iniziative promosse a livello nazionale e internazionale sono dedicate a diffondere il messaggio che ecologia è economia, ma anche salute, cultura, spiritualità, capacità di innovare e rendere sostenibile il nostro modello di sviluppo, presente per il futuro.

Senza una crescita culturale, senza una conoscenza condivisa tra cittadini consapevoli, l’Italia e l’Europa non potranno mai guidare la grande sfida di salvare il Pianeta dal rischio del cambiamento climatico. Occorre rispondere operativamente alle gravi emergenze ambientali, raccogliere il crescente fermento ad avviare una vera e propria rivoluzione ecologica culturale, sociale e economica. Del resto, la trasformazione del mercato globale spinge fortemente verso modelli ispirati ai principi dell’economia circolare e ai 17 goals di Agenda2030. Un processo già in atto che ha conosciuto particolare accelerazione, in termini di consapevolezza e ricerca di salubrità in forza della pandemia da Covid-19.

La Fondazione UniVerde nasce con tale proposito, per estendere cioè la conoscenza di questi grandi temi, far comprendere a tutti il vero significato e l’importanza che hanno l’agricoltura biologica (in luogo dell’utilizzo di ogm), l’energia solare (rispetto al nucleare e al fossile); e ancora, combattere eco-reati e agro-pirateria, contrastare inquinamenti e degrado dei suoli, dell’aria e delle acque e tutte quelle attività che distruggono non solo la natura ma avvelenano la società e l’economia.

Per puntare alla riconversione ecologica della società, la Fondazione UniVerde realizza, tra gli altri, i rapporti annuali con Noto Sondaggi: “Gli italiani, il turismo sostenibile e l’ecoturismo”, “Gli italiani e l’agricoltura”, “Gli italiani, le energie rinnovabili e l’efficienza energetica”; organizza il concorso di fotografia geografico-ambientale “Obiettivo Terra”, in collaborazione con la Società Geografica Italiana Onlus e in partnership con diverse realtà; conferisce il “Green Pride”, riconoscimento alle best practice in materia di green e circular economy; promuove la campagna “Mediterraneo da Remare” e promuove il #PlasticFree con Marevivo e l’adesione della Guardia Costiera e l’attivismo civico con la piattaforma Opera2030.

La Fondazione UniVerde collabora con la FOET (Foundation On Economic Trends) di Jeremy Rifkin, propugnatore della Terza Rivoluzione Industriale, con varie realtà dell’ambientalismo, delle imprese, delle associazioni di attivismo civico e con vari dipartimenti universitari italiani.

ALCUNE NOSTRE IMPORTANTI VITTORIE

  • Dicembre 2013. Lancio della petizione #SalviamoBudelli (che raccoglie 100.000 adesioni su Change.org). La mobilitazione spinge il Parlamento a inserire un emendamento alla legge di stabilità che consente di acquisire l‘isola di Budelli al patrimonio dello Stato, invece di consentire la svendita della stessa a un investitore privato.
  • Agosto 2014. La vittoria della petizione #NoTasseAutoconsumo #SalvaLeRinnovabili consente di portare all’abrogazione della tassa sull’autoconsumo di energia prodotta per tutti gli impianti solari fino a 20 Kw.
  • Settembre 2015. La mobilitazione a sostegno del referendum #NoTriv (45.000 le adesioni) ha sollecitato dieci regioni (Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Abruzzo, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise) a depositare in Cassazione i sei quesiti referendari per bloccare le trivellazioni petrolifere consentite dalle norme dello Sblocca Italia e del decreto Sviluppo.
  • Dicembre 2017. L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è iscritta nel Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. Il traguardo viene raggiunto dopo tre anni e mezzo di campagna mondiale #pizzaUnesco, sostenuta dalla petizione internazionale che raccoglie oltre 2.000.000 di firme da oltre 100 Paesi del mondo.
  • Settembre 2019. L’Assemblea Capitolina ha impegnato, con voto unanime, la Sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, e la sua Giunta a dichiarare lo Stato di emergenza climatica e ambientale per Roma Capitale. Questo risultato importante viene raggiunto grazie alle oltre 100.000 firme raccolte a sostegno della petizione #EmergenzaClimaticaRoma.
  • Dicembre 2019. L’approvazione, da parte del Parlamento italiano, della dichiarazione di emergenza climatica per l’Italia è la vittoria della petizione #EmergenzaClimaticaItalia e delle oltre 100.000 firme di cittadini che chiedono norme efficaci per l’adattamento ai cambiamenti climatici.
  • Maggio 2020. Durante la prima ondata di pandemia da Covid-19, viene lanciata la petizione #ChatbotAntiFakeNews #MinervaRisponde con la richiesta di sostenere e utilizzare l’assistente virtuale Minerva quale strumento innovativo per contrastare il diffondersi di fake news e migliorare l’informazione ai cittadini. Il chatbot è realizzato da un team di giovani informatici e sviluppatori che lo ha messo a disposizione gratuita delle istituzioni e della società civile. Numerosi Comuni d’Italia, siti e profili istituzionali adottano Minerva per promuovere informazioni certificate a garantire precauzioni adeguate ed evitare incertezze e panico.
  • Luglio 2020. Il Senato della Repubblica ha approvato in via definitiva il Decreto Rilancio che include la norma a favore delle mascherine riutilizzabili e riciclabili. Questo passo importante è sostenuto dalla petizione #RipartiamoPlasticFree #RipartiamoSenzaMonouso e dai suoi 55.000 firmatari. La norma che abbiamo chiesto prevede un sistema di recupero di mascherine, guanti e altri nuovi rifiuti che si sono moltiplicati durante l’emergenza sanitaria.
  • Agosto 2020. Viene vinta la sfida per un impegno delle istituzioni in favore di #SpiaggeLibereESicureAdOstia. 30.000 persone aderiscono alla petizione. La Sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi, e la Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino si impegnano ad assicurare la vigilanza, anche attraverso l’illuminazione, e a rendere le spiagge libere di Ostia accessibili ai cittadini.
  • Agosto 2020. La mobilitazione che si crea intorno alla petizione #StopGuantiMonousoSuFS #FerroviePlasticFree permette di fermare la distribuzione di guanti monouso ai passeggeri dei treni Freccia Rossa delle Ferrovie dello Stato e di rivedere tutti i DPI per favorire quelli riutilizzabili e riciclabili.

MISSION

La Fondazione UniVerde non ha fini di lucro e promuove la diffusione dell’informazione, la conoscenza della cultura ecologista, un cambiamento degli stili di vita in armonia con l’ambiente naturale ed un futuro sostenibile.

Promuove la riconversione ecologica della società e dell’economia sostenendo e diffondendo le buone pratiche, l’attivismo civico e un ecologia dell’informazione, della politica, della mente e dell’economia; la ricerca; il rapporto tra salute e benessere; l’agricoltura biologica, biodinamica e di qualità; il rapporto tra ambiente, religioni e spiritualità; il diritto all’ambiente salubre; le nuove tecnologie sostenibili e il contrasto alla criminalità ambientale.

Difende i diritti delle generazioni future anche attraverso il contrasto ai cambiamenti climatici e si impegna per estirpare la povertà e ripristinare gli ecosistemi terrestri.

La Fondazione UniVerde realizza e sostiene pubblicazioni, informazione web, tv e radio, corsi di formazione anche per amministratori, dirigenti, funzionari pubblici e privati; progetti ed ogni altra iniziativa utile alla diffusione del pensiero e della pratica ecologista; anche in collaborazione con associazioni, università ed istituzioni.

Sostiene lo sviluppo di scuole e/o università di indirizzo ecologista, iniziative di cooperazione e solidarietà internazionale; leggi, regolamenti e ogni altro provvedimento a favore dell’ambiente in sede nazionale, internazionale e locale.

Utilizzando il sito www.fondazioneuniverde.it, accetti l'utilizzo dei cookie da parte della fondazione UniVerde. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi