Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Animal Geographies/Animal Spaces

Come cambiano i rapporti fra esseri umani e animali nello spazio urbano e nello spazio rurale? Quali sono le conseguenze geografiche delle nostre scelte alimentari? [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Baoding- La città a zero emissioni

13 novembre 2009 17:29

A Baoding, la prima e unica città carbon positive dal 16 al 19 novembre si terrà la:

2009 Yingli Customer Conference: “Partnership, Dialogue, Win-Win”,

cui la Fondazione Univerde è stata invitata a partecipare.

La città cinese è la prima al mondo che, invece di aumentare le emissioni di anidride carbonica, principale responsabile dell’effetto serra, ha creato un’economia in grado di ridurre la presenza di gas inquinanti. Baoding, infatti, non solo riesce a creare un equilibrio tra emissioni prodotte e assorbite ma anche a diminuire la presenza di Co2.

Il merito è del sindaco, Yu Qun, che contro ogni previsione, e lo scetticismo delle autorità provinciali e regionali, è riuscito a trasformare completamente la città. In soli tre anni, da centro industriale e tessile, Baoding è diventata la patria della green revolution. Le fabbriche inquinanti sono state chiuse e al loro posto sono sorte circa 200 industrie delle fonti rinnovabili che producono turbine eoliche, pannelli solari, e che hanno creato nuovi posti di lavoro. E tutto questo ha permesso di avere un’economia fortemente in crescita.

Si tratta dunque di un esempio da seguire soprattutto perché nasce in una nazione come la Cina, che insieme agli Stati Uniti, è il Paese che produce i più alti tassi di inquinamento.

2009 Yingli Customer Conference: “Partnership, Dialogue, Win-Win”.pdf

Tutte le foto sono visualizzabili nella sezione photogallery del sito:

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr