Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su google+
Firma la world petition!
Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

4 dicembre 2015 11:21

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con 40 voti a favore, 26 contrari e 3 astensioni, una proposta di risoluzione non legislativa in cui si chiede alla Commissione europea di non autorizzare l’uso del mais genericamente modificato (NK603 x T25) resistente al glifosato in alimenti e mangimi. Inoltre, secondo gli eurodeputati della COMENVI, la Commissione europea dovrebbe sospendere le autorizzazioni di alimenti e mangimi geneticamente modificati fino a quando la procedura, attualmente in fase di revisione, non sia stata migliorata.

Nella risoluzione, si evidenzia che l’attuale procedura di autorizzazione non funziona bene, visto che da quando è in vigore, ogni decisione di autorizzazione è stata adottata dall’Esecutivo dell’Ue, senza il sostegno della maggioranza qualificata degli Stati membri, trasformando l’eccezione in regola.

In merito alla resistenza al glifosato del mais GM in questione, la risoluzione adottata sottolinea che tale erbicida è stato classificato come “probabilmente cancerogeno” per l’uomo dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) dell’OMS il 20 marzo 2015 (IARC Monographs Volume 112). Tuttavia nel suo rapporto (nuova valutazione del 12 novembre 2015), l’EFSA conclude che è improbabile che il glifosato costituisca un pericolo di cancerogenicità per l’uomo.

A livello procedurale, la proposta di risoluzione presentata da Bart Staes (Verdi, BE), Guillaume Balas (S&D, FR), Lynn Boylan (GUE/NGL, IRL) ed Eleonora Evi (EFDD, IT) sarà presentata per il voto del Parlamento europeo nella sessione plenaria di gennaio (18-21) a Strasburgo.

Stefano Masini, Task Force per un’Italia libera da OGM

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr