Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride
Guadagnare con il bambù gigante

#BlueKayakDay #MediterraneoDaRemare2018: il 15 agosto tutti in canoa e kayak per #NoPlastic

Il 15 agosto 2018 è il #BlueKayakDay, evento della Federazione Italiana Canoa Kayak a sostegno di “Mediterraneo da remare” 2018, la campagna nazionale promossa dalla Fondazione [...] [leggi tutto]

Il decennale della Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici

A dieci anni dalla prima e unica Conferenza Nazionale sui Cambiamenti Climatici in Italia, promossa dall’allora Ministro dell’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio e che rappresentò un [...] [leggi tutto]

Conferenza stampa #Stopincendi petizione su change.org

CONFERENZA STAMPA Martedì 25 luglio ore 16 Sala stampa della Camera dei Deputati Via della Missione, 4 Roma #Stopincendi petizione su change.org in 20.000 chiedono [...] [leggi tutto]

Convegno "Il futuro del turismo è sostenibile" in occasione della 39a Giornata Mondiale del Turismo. Presentazione 8° Rapporto "Gli italiani, il Turismo Sostenibile e l'Ecoturismo".

In occasione della 39a Giornata Mondiale del Turismo e del decennale della Fondazione UniVerde, si terrà a Roma giovedì 27 settembre 2018, ore 10:00, presso [...] [leggi tutto]
seguici su
seguici su
Concorso fotografico “Obiettivo Terra”
Rassegna stampa Concorso fotografico “Obiettivo Terra” 2018
Firma la petizione #OperaUnesco!

#pizzaUnesco
#pizzaUnesco: la Vittoria! L’Arte del Pizzaiuolo Napoletano è Patrimonio dell’Umanità IV ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO III ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO NEL MONDO II ediz.
#PIZZAUNESCO: ORGOGLIO ITALIANO I ediz.
Osservatorio Europa
archivio

Una vernice rivoluzionaria per catturare il sole

3 agosto 2008 06:22

E’ una piccola rivoluzione che potrebbe aumentare l’efficienza dei pannelli solari e dunque la resa energetica. Lo ha scoperto l’equipe del prof. Mark Baldo al MIT: il segreto è in una vernice di natura organica che va applicata sulle superfici vetrose e che consente la cattura dei raggi infrarossi e ultravioletti che intrappolati nel vetro, divenuto come una grande lastra di fibra ottica, scorrono verso l’esterno. In pratica le celle solari si trovano solo all’estremità mentre la parte centrale più ampia è ricoperta dalla vernice, attualmente stabilizzata al 90% , che provvede alla cattura e alla diffusione dell’energia. Vediamo un po’ più nel dettaglio come avviene il processo:

Che cosa fa. E’ stato dimostrato un notevole miglioramento a basso costo nella prestazione del concentratore solare. Grazie al nuovo dispositivo la potenza ottenuta da una cella solare aumenta di 40 volte senza la necessità di monitorare il sole.

Perché è importante?
Il sole è una fonte inesauribile di potenza pulita. I maggiori ostacoli alla larga diffusione dei sistemi di alimentazione solari sono dovuti ai costi. Con questo sistema si migliorano le prestazioni e si abbassano i costi.

Cos’è un concentratore solare?
Il concentratore solare raccoglie la luce da grandi spazi e la concentra sulle piccole aree delle celle solari. Ciò aumenta l’energia elettrica prodotta, riducendo i costi in quanto occorrono meno celle solari per produrla.

Perché gli attuali concentratori solari non vanno bene? I concentratori solari convenzionali spesso usano grandi specchi mobili che sono costosi da implementare e da mantenere.

Qual’ è la tecnologia? I dispositivi del MIT sono basati su studi che risalgono agli anni ‘70 e poi abbandonati: il concentratore solare luminescente (LSC). L’attuale versione di questo dispositivo consiste in un pezzo di vetro o plastica trasparente colorato da un sottile strato di vernice. La luce è assorbita dal colorante e rimessa al rivestimento in vetro o plastica per essere raccolta dalle celle solari.

Perché non ha funzionato l’LCS? Per due ragioni: La luce era assorbita prima che raggiungesse i bordi del vetro o della plastica e le vernici non erano ancora stabilizzate

Come si è ridotta la dispersione di luce?
Sono state prese in prestito alcune soluzioni adottate nel campo dei laser. In pratica, è stata aggiunta la vernice che assorbe e raccoglie tutta la luce circostante. La nuova classe di molecole colorate è nota come fosforo molecolare.

Per quanto riguarda la stabilità?
Abbiamo testato uno dei nostri dispositivi per un periodo di tre mesi e siamo al 92%. Non è ancora sufficiente ma c’è fiducia nella ricerca.

Quando questi concentratori entreranno in produzione?
La tecnologia verrà ulteriormente sviluppata per la commercializzazione da una società la Covalent realizzata da tre ricercatori del MIT Michael Currie, Jon Mapel, e Shalom Goffri. Il team ritiene che essa potrebbe essere in produzione entro tre anni.

Fonte

MIT

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr