Concorso Obiettivo Terra 2015
Sostieni Obiettivo Terra
Obiettivo Terra 2014
Get the Flash Player to see the slideshow.
seguici su
fondazioneuniverde su
seguici su google+
Mediterraneo da remare

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Climate change, l'Italia sarà in grado di adattarsi?

Mentre l’Italia é impegnata a seguire il dibattito sulla riforma del Senato, il resto del mondo si concentra  sui dati diffusi dall’IPCC sui cambiamenti climatici, e [...] [leggi tutto]

Rinnovabili: le aziende che rischiano e ce la fanno nonostante la crisi

In seguito alla pubblicazione dei dati del XII rapporto: “Gli italiani e il solare”, abbiamo ricevuto questa interessante testimonianza che abbiamo deciso di pubblicare. ITALIA. [...] [leggi tutto]

La pizza patrimonio dell'Umanità

La pizza, piatto tipico della cucina italiana, o meglio napoletana, ha in sé il potere e l’armonia dei quattro elementi naturali citati su questo sito. [...] [leggi tutto]
login

Registrati

Scarica il modulo per la raccolta firme #pizzaUnesco
Firma la petizione!

L’arte della pizza patrimonio Unesco
Get the Flash Player to see the slideshow.
Green Pride
L’Italia non spenga il sole
archivio

I vincitori del Tri Awards premiati da Jeremy Rifkin

26 ottobre 2011 14:13

A vincere il premio TRI Award che il CETRI ha deciso di mettere in palio per riconoscere l’impegno dell’industria, delle istituzioni culturali e della politica a supporto di pratiche virtuose e di azioni concrete per accelerare la transizione verso modelli energetici di Terza Rivoluzione Industriale, sono stati:
Alfonso Pecoraro Scanio per la categoria TRI-AWARDS, Politica
Questo premio è stato assegnato ad Alfonso Pecoraro Scanio per l’impegno dimostrato quando era Ministro Italiano per l’ambiente da aprile 2006 a maggio 2008, nel momento in cui l’ Unione Europea doveva prendere delle decisioni importanti in merito alla politica energetica comune. Con la sua partecipazione altamente competente ai lavori del Consiglio Europeo Ambiente, durante la Presidenza Tedesca, Alfonso Pecoraro Scanio contribuì in modo determinante a incoraggiare l’Europa affinché abbandonasse lo scenario nucleare e cercasse di raggiungere gli obbiettivi del 20-20-20. Senza il suo sostegno entusiastico, infatti, secondo la giuria del premio, sarebbe stato impossibile nel marzo del 2007 per Angela Merkel imporre gli obiettivi di riduzione del 20 percento dei gas serra, di aumento del 20 percento dell’efficienza energetica e di raggiungimento del 20 percento di energia rinnovabile entro il 2020. Non solo, dopo aver raggiunto questo risultato, fece approvare in Italia il primo piano di incentivi alle rinnovabili noto come “Conto Energia”, che ha permesso l’impetuosa crescita delle energie rinnovabili nel Paese, garantendo nuovi posti di lavoro. E’ grazie a questo piano che il settore è ancora vivo e sono stati installati 10 gigawatt di fotovoltaico, certificati dal GSE solo il mese scorso, con oltre 380.000 impianti diffusi di energia rinnovabile in Italia. Oggi, come attuale Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio continua il suo impegno in favore delle aziende della terza rivoluzione industriale in Italia e in Europa.
A Livio De Santoli, invece è andato il TRI AWARD- Università e ricerca
Ex Preside della prestigiosa facoltà di Architettura “Valle Giulia”, Livio De Santoli ha sintetizzato la sua esperienza ingegneristica con una avanzatissima visione dell’architettura ed ha realizzato i più importanti impianti di energia rinnovabile integrati in ambiente urbano, come il tetto fotovoltaico della Sala Nervi nella Città del Vaticano. Il premio gli viene conferito anche perché come “energy manager” dell’Università “La Sapienza” ha programmato il più ambizioso piano di generazione distribuita dell’energia e reti intelligenti, conosciuto come il progetto delle Isole dell’energia.
Il riconoscimento TRI AWARD – Aziende, invece è stato assegnato all’NH Hotels che ha dato il via a pratiche di conservazione energetica che hanno aumentato la produttività dell’azienda, rilevando il consumo energetico di ogni struttura alberghiera e usando le informazioni per minimizzare gli sprechi. Risparmiando energia e creando hotel ecologici, NH non solo genera profitti, ma contribuisce a diffondere un modello operativo sostenibile che offre ai propri ospiti tariffe ragionevoli. NH sta anche pianificando la costruzione del primo hotel al mondo a emissioni zero.
Infine il TRI AWARD SPECIALE attività di informazione istituzionale è stato conferito ad Andrea Benassi dell’UEAPME, l’Associazione che rappresenta gli interessi delle PMI in Europa, e alla vice Presidente per la sostenibilità Gunilla Almgreen. UEAPME è stata fondamentale per introdurre la previsione che pratiche di sostenibilità vengano finanziate nel periodo di vigenza del prossimo quadro di prospettive finanziarie dell’Unione.
«E’ un premio molto importante – spiega l’economista Jeremy Rifkin che ha consegnato i premi – e sono molto contento di essere qui con miei tre cari amici: Pecoraro Scanio, De Santoli e Benassi che secondo me sono i leader della prossima rivoluzione industriale sostenibile. E’ grazie a uomini come loro che arriveremo ad un’energia pulita, sana e democratica che possa salvare il mondo e sia una risposta concreta ai problemi causati dai cambiamenti climatici. Una speranza per le generazioni future».

Rassegna stampa

IGN – Adnkronos

Tri Award premia i modelli energetici della Terza rivoluzione industriale – - Libero-News-1

TERRA_27 ottobre

Ecoblog_La Terza Rivoluzione Industriale di Jeremy Rifkin riparte da Roma

Ecotv_Tri Awards

ZeroEmission_Ecoblog_La Terza Rivoluzione Industriale di Jeremy Rifkin riparte da Roma

Hotel ecosostenibili, ora sono una realtà | Ambiente & Ambienti

Condividi questa pagina
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Blogplay
  • Twitter
  • Live
  • Meneame
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • LinkedIn
  • Tumblr