Sostieni Obiettivo Terra
Task Force Per un’Italia libera da Ogm
Mediterraneo da remare
Scarica gratis il libro in PDF!
L’Italia non spenga il sole
2008 L’anno che ha stravolto l’Italia
Green Pride

Appello contro la privatizzazione dell'acqua in Campania

L’acqua pubblica di Napoli è in pericolo, con essa la democrazia e la possibilità di attuare il referendum che abbiamo vinto nel 2011. Alex Zanotelli [...] [leggi tutto]

Climate change, l'Italia sarà in grado di adattarsi?

Mentre l’Italia é impegnata a seguire il dibattito sulla riforma del Senato, il resto del mondo si concentra  sui dati diffusi dall’IPCC sui cambiamenti climatici, e [...] [leggi tutto]

Rinnovabili: le aziende che rischiano e ce la fanno nonostante la crisi

In seguito alla pubblicazione dei dati del XII rapporto: “Gli italiani e il solare”, abbiamo ricevuto questa interessante testimonianza che abbiamo deciso di pubblicare. ITALIA. [...] [leggi tutto]

Proposta di risoluzione su mais GM NK603 x T25 resistente al glifosato

Nel corso della riunione del 1° dicembre, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (COMENVI) del Parlamento europeo ha adottato, con [...] [leggi tutto]
archivio

CLab: laboratorio di idee digitali nella green economy

29 settembre 2014 15:46

È possibile candidarsi fino al 15 ottobre al bando Contamination Lab di Napoli, di cui la Fondazione UniVerde è partner, un laboratorio che fornirà agli studenti provenienti da aeree di studio differenti strumenti utili per sviluppare nuove forme di imprenditoria attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie della comunicazione. La contaminazione è il tema centrale del percorso e si instaurerà tra studenti di diverse discipline, tra questi ultimi e i docenti; il mondo manageriale; il terzo settore e le istituzioni.

Il bando indetto dal dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli studi di Napoli Federico II, finanziato dal MIUR e dal MISE, prevede la selezione di 30 studenti che parteciperanno in forma del tutto gratuita al corso della durata di 6 mesi. Potranno inviare la proprio domanda giovani iscritti alla laurea magistrale, specialistica e/o a ciclo unico in uno degli Atenei della regione Campania. Ai 30 selezionati sarà rilasciato un attestato di partecipazione, il riconoscimento di 9 crediti formativi e potranno decidere se proseguire l’esperienza attraverso uno stage formativo.

La finalità del corso è formare i partecipanti versa una nuova cultura digitale che possa essere di supportò alla loro creatività e al loro spirito imprenditoriale. I temi centrali saranno: Green economy; Smart tecnology; arte e design e media e industria culturale. Gli studenti avranno la possibilità di entrare a far parte di un network di professionisti del settore.

Un’occasione per i giovani che vogliono aguzzare l’ingegno e presentare le loro idee innovative per creare un’impresa o un nuovo progetto culturale

Per maggiori informazioni scrivere a:

contaminationlab@unina.it

oppure visitare il sito:

http://www.scienzesociali.unina.it/contaminationlab-il-bando-lammissione-al-laboratorio/


In basso è possibile scaricare il bando in PDF:

Bando studenti CLab-Napoli

Ad EXPO MILANO 2015 si diffonda l’arte della pizza come patrimonio dell’umanità

22 settembre 2014 21:53

A Napoli lunedì 29 settembre per festeggiare le 25.000 adesioni per la petizione lanciata su Change.org per inserire l’arte della pizza nella “Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità”

Lunedì 29 settembre alle 11:30 da ZI’ Teresa, a Napoli, Alfonso Pecoraro Scanio e l’Associazione pizzaiuoli napoletani saluteranno il traguardo delle 25.000 firme raggiunte su Change.org dalla petizione per difendere il Made in Italy e inserire l’arte della pizza nella “Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità”. La raccolta firme continua e all’iniziativa saranno presenti altri nuovi sostenitori e annunciate le prossime tappe della campagna per la pizza come patrimonio Unesco.

In vista dell’Expo Milano 2015, è stata lanciata durante il “Napoli Pizza Village”, sulla piattaforma Change.org dall’ex ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, oggi Presidente della Fondazione UniVerde, la petizione per inserire l’arte della pizza nella lista del Patrimonio immateriale dell’Unesco che ha già raggiunto più di 25.000 firme. A sostenerla personalità di tante regioni italiane: il piemontese Jimmy Ghione, inviato di Striscia la notizia; Gino Sorbillo dell’omonima e famosa pizzeria napoletana; gli attori lombardi Claudio Bisio e Renato Pozzetto; lo chef stellato, Alfonso Iaccarino; il presidente di Federculture, il romano Roberto Grossi ed anche il sottosegretario all’agricoltura, il siciliano Giuseppe Castiglione ed ancora il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni. Hanno aderito finora i quotidiani “Il Mattino” di Napoli e “La città di Salerno”. Anche nomi del mondo ambientalista come: Gaetano Pascale, presidente nazionale di Slow Food Italia; Marco Pinetti, presidente zeroEmission; Roberto Zanoni, direttore generale di Ecor – NaturaSì e Vincenzo Vizioli, presidente AIAB – Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica hanno aderito alla petizione che oltre al riconoscimento internazionale della pizza intende difendere anche il Made in Italy.

Imitata in tutto il mondo, la pizza è diventata il simbolo della cucina italiana per eccellenza. Per la sua enorme popolarità, però, questo alimento rischia più di tutti di essere vittima di “falsificazioni”. L’ex ministro dell’Ambiente ha deciso che in occasione dell’Expo 2015 l’arte della pizza debba essere inserita nella “Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità”, una lista in cui si salvaguardano tradizioni, espressioni e conoscenze diffuse da comunità o gruppi che rivestono una rilevante importanza.

Nonostante la pizza sia già tutelata a livello europeo come “Specialità tradizionale garantita” secondo Alfonso Pecoraro Scanio è necessario fare di più: «Quando ero ministro dell’Agricoltura nel 2000 – spiega – mi sorprese un dirigente italiano che lavorava a New York e mi raccontò che un altro dirigente americano gli aveva chiesto come si diceva “pizza” in italiano. Quando me lo riferì ritenni necessario far partire il riconoscimento della pizza come specialità europea ma volevo anche un riconoscimento a livello mondiale così nel 2006 feci partire l’idea di inserire la pizza nel Patrimonio immateriale. Nel Marzo 2011, il Ministero dell Politiche agricole ha presentato la domanda a Parigi ma sono tre anni che la richiesta è ormai ferma. Ho lanciato questa petizione perché vorrei che a marzo prossimo quando la Commissione Italiana Unesco dovrà designare la candidatura ufficiale per l’anno successivo, indichi l’arte della pizza, in modo da usare l’Expo di Milano, dedicato all’agricoltura, per sponsorizzare presso tutti i Paesi l’arte della pizza come Patrimonio Unesco”.

Ad Acitrezza con Mediterraneo da remare

21 settembre 2014 12:32

Per la terza tappa di questa IV edizione, “Mediterraneo da remare” arriverà ad Acitrezza, in provincia di Catania, per sensibilizzare sulla necessità di proteggere il nostro mare incentivando l’uso di imbarcazioni sostenibili come la canoa.

Acitrezza è il piccolo centro dove Giovanni Verga ha ambientato il suo romanzo: “I Malavoglia” e il grande regista Luchino Visconti, ispirandosi proprio a questo capolavoro della letteratura italiana, girò il suo film: “La terra trema”. Piccolo villaggio di pescatori, si caratterizza per le sue bellissime e limpide acque che si gettano sugli scogli e per i famosi Faraglioni dei Ciclopi, narrati anche nell’Odissea di Ulisse.

È proprio qui nel Lido di Ciclopi, grazie alla collaborazione della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera, che si svolegreà questa ultima campagna per il 2014.

All’evento parteciperanno: Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente Fondazione UniVerde; Giuseppe Castiglione, Sottosegretario di Stato del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali; Giovanni La Via, Presidente della Commissione Ambiente del Parlamento Europeo; Domenico De Michele, Comandante della Capitaneria di Porto di Catania e Rosalba Giugni, Presidente Marevivo.

L’appuntamento è il 27 settembre al Lido di Ciclopi in Via Provinciale, 2.

Per registrarsi all’evento inviare una mail a: info@fondazioneuniverde.it

In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:

Programma, Acitrezza 27 settembre 2014 – Mediterraneo da Remare.pdf

RASSEGNA STAMPA

La Sicilia

RASSEGNA STAMPA_MDM AD ACITREZZA


L’attrattiva turistica della rete dei parchi italiani

 10:24

L’Italia possiede una ricchezza infinita di natura con i suoi: 24 parchi nazionali; 151 parchi regionali; 30 aree marine protette; 147 riserve statali; 419 riserve regionali e 147 siti Rete natura 2000. Un patrimonio non solo ambientale ma una risorsa economica soprattutto attraverso il turismo sostenibile che si sta diffondendo molto in questi ultimi anni con milioni di visitatori. Proprio della necessità di conservazione e gestione ottimale delle aeree protette a novembre si svolgerà a Sydney il World Parks Congress (il Congresso mondiale IUCN delle Aeree protette) per riconoscere i parchi come fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi economici e sociali più importanti.

Di questo e di molto altro si parlerà durante la presentazione del rapporto: “L’attrattiva turistica della rete dei parchi italiani” realizzato dalla Fondazione Univerde, IPR Marketing con la collaborazione di EBNT (Ente bilaterale nazionale turismo). Il convegno ci sarà venerdì 26 settembre alle ore 10.30 nella splendida cornice del Parco Regionale dell’Appia Antica, un territorio ricco sia a livello naturalistico che culturale che sorge su una delle strade dell’antica Roma. All’interno della valle della Caffarella, il cuore del Parco, si incontra una flora e una fauna caratteristica ed è possibile gustare prodotti tipici grazie all’attività agricola del Casale della Vaccareccia.

All’incontro interverranno: Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente Fondazione UniVerde; Alfredo Zini, Presidente Ente Bilaterale Nazionale Turismo; Mario Tozzi,  Presidente Parco Regionale dell’Appia Antica; Giampiero Sammuri, Presidente Federparchi; Patrizia Marini, Presidente Rete Nazionale degli Istituti Agrari; Lucia Anile, Vice Presidente Ente Bilaterale Nazionale Turismo.

Al termine sarà presentato un itinerario ecoturistico realizzato dagli studenti dell’Università “Tor Vergata” di Roma.

Vi aspettiamo in via Appia Antica 42 alle ore 10:30. Talvolta le impostazioni su alcuni navigatori satellitari conducono ad una destinazione diversa.

Da Roma centro l’entrata principale è sulla destra di Via Appia Antica, a brevissima distanza da Porta S. Sebastiano e quindi appena fuori le Mura Aureliane.

Per registrarsi è necessario inviare una mail a: info@fondazioneuniverde.it

In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:

Programma Roma 26 settembre 2014.pdf

In basso è possibile scaricare il rapporto in PDF:

Rapporto L’attrattiva turistica della rete dei parchi italiani

Relazione prof.ssa Dell’Agnese


I dati sui parchi sono presi dal sito Parks.it.

Mediterraneo da remare sbarca a Napoli

14 settembre 2014 08:43

Si terrà a Napoli il prossimo appuntamento con “Mediterraneo da remare”, la campagna lanciata nel 2011 dal comune di San Benedetto del Tronto (AP) in collaborazione con Marevivo e il Centro Turistico Studentesco, per sostenere l’uso della canoa e delle imbarcazioni a remi e promuovere la diffusione di lidi, spiagge e villaggi “acquascooter free”.

Giunto alla IV edizione, l’evento per proteggere il Mare nostrum ha ricevuto il patrocinio del Corpo delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera. Nasce da un idea dell’On. Alfonso Pecoraro Scanio che da Ministro dell’Ambiente cambiò la denominazione del dicastero aggiungendovi la tutela del Mare e registra l’adesione di atleti del canottaggio a partire dall’olimpionico Bruno Mascarenhas.

La seconda tappa di quest’anno (l’evento di apertura dell’edizione 2014 si è tenuto sull’isola di La Maddalena) ci sarà il 20 settembre alle 11:00 a Bagno Elena in Via Posillipo 14  – Napoli.

Tra gli interventi: Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente Fondazione UniVerde; Rosalba Giugni, Presidente Marevivo; Stefano Di Marco, Vice Presidente nazionale Centro Turistico Studentesco e Giovanile;Felicio Angrisano, Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia; Vincenzo Saggiomo, Direttore Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli; Livio La Padula, Campione mondiale di canottaggio e Mario Morra, Dirigente SIB Campania.

“Mediterraneo da  Remare” si profila come campagna di sensibilizzazione per la tutela del Mare Nostrum anche attraverso la diffusione dell’appello per la moratoria delle trivellazione petrolifere in tutto il Mediterraneo e mediante eventi di promozione, su tutto il territorio nazionale, sviluppati con azioni di sostegno alle strutture turistiche operanti sui litorali marini, lacustri e fluviali che mettono a disposizione dei propri clienti canoe o altre imbarcazioni delimitando “oasi acquascooter free”.

Per registrarsi è necessario inviare una mail a: info@fondazioneuniverde.it

In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:

Programma – Napoli, 20 settembre 2014.pdf

Turismo sostenibile e opportunità di valorizzazione per l’Italia

13 settembre 2014 13:49

Il 19 settembre alle 18:00 all’Auditorium Guido Calogero a Scanno, in provincia de L’Aquila, si terrà il convegno: “Turismo sostenibile”, Ecoturismo, turismo culturale, turismo enogastronomico, opportunità di valorizzazione per il paese amato dai grandi fotografi cui parteciperà in collegamento Skype anche il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio.

Ad introdurre e moderare l’incontro Rossella Bellusso della Sapienza, Università di Roma.

Oltre ad Alfonso Pecoraro Scanio, interverranno: Pietro Spacone, Sindaco di Scanno, Antonio Carrara, Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise; Fiorella Dallari dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna; Maurizio Di Marco, Presidente del CTS (Centro turistico studentesco); Nadia Fusco, Responsabile archivio storico fotografico della SGI (Società Geografica Italiana); Ciro Lungo, Comandante Corpo Forestale per la Regione Abruzzo, Giuseppe Marone, Presidente Cooperativa COTAS (Cooperativa operatori turistici Alto Sagittario) e Amedeo Fusco, Assessore al turismo e Cultura del Comune di Scanno.

A chiusura dei lavori sarò consegnato il riconoscimento: “Best practice to sustainable tourism 2014” all’azienda di Scanno che si è impegnata nella valorizzazione, salvaguardia del territorio.

La cucina fatta con il cuore e la passione per la Terra

5 settembre 2014 17:25

Dietro ad ogni chef si nascondono segreti, trucchi e un pizzico di curiosità e amore che in cucina non guastano. Ciò che rende unico un piatto non è solo il sapore, l’aspetto ma la genuinità degli ingredienti e la passione nel cucinarli in modo tradizionale. È questo che contraddistingue lo chef campano Alfonso Iaccarino che ha scelto di usare solo prodotti provenienti dal suo orto o da quelli dei contadini, nel pieno rispetto della terra e di chi ci vive. A dispetto dei cibi commerciali, grassi e artificiali, lui con ingegno e creatività porta in tavola piatti speciali fatti di storie, di racconti, di miti riguardanti la terra di provenienza.

La sua esperienza è raccontata nel suo libro: “La cucina del cuore, la filosofia e le ricette di un grande chef” di cui si parlerà insieme al Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, durante l’incontro “Terra Mia” organizzato dall’ “Associazione culturale Di Meo Vini ad Arte” e “Libri in Cantina” che si terrà lunedì 15 settembre alle ore 17:30. Per i libri in cantina, Alfonso Pecoraro Scanio presenterà il libro fotografico da lui curato sul concorso omonimo: “Obiettivo Terra: l’Italia amata dagli italiani”.

Un’incontro cui parteciperanno anche il Presidente di Slow Food Italia, Gaetano Pascale, e Luciano Pignataro che modererà il dibattito e il confronto su un tema così importante come nostra Madre Terra.

L’appuntamento è alle Cantine Di Meo-Contrada Coccovoni 1 in Salza Irpina (AV). Per informazioni: info@dimeo.it

Per registrarsi occorre inviare una mail a info@fondazioneuniverde.it

In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:

Invito Salza Irpina – 15 settembre

Energia solare ed effcienza energetica

4 settembre 2014 17:04

In occasione del convegno: “Energia solare ed efficienza energetica” allo Smart e Green Economy: opportunità per il Paese, due giorni di convegni organizzati da SAM – Smartexpo Ambiente Mediterraneo, sarà presentato il IX rapporto “Gli italiani e il solare”.

L’evento è previsto per il 12 settembre alle ore 09:30 e parteciperanno Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, Antonio Noto, direttore IPR Marketing e Gerardo Calabrese, Assessore all’Ambiente del Comune di Salerno. Modera l’incontro il giornalista Salvatore Biazzo.

Il SAM si terrà a Salerno dall’11 al 12 settembre e ci saranno diversi convegni e workshop e sarà presentato anche il libro: “L’Italia non spenga il sole” curato dal Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio.

L’appuntamento è al Complesso monumentale S. Sofia in Largo Abate Conforti a Salerno.

Per registrarsi è necessario inviare una mail a: info@fondazioneuniverde.it

In basso è possibile scaricare il programma dettagliato:

Programma_SAM

Rassegna Stampa SAM

La pizza patrimonio dell’Umanità

2 settembre 2014 21:05

La pizza, piatto tipico della cucina italiana, o meglio napoletana, ha in sé il potere e l’armonia dei quattro elementi naturali citati su questo sito. Dalla terra si ricava il grano necessario per ottenere la farina, ingrediente base che viene impastata insieme all’acqua, altra entità naturale. Il composto una volta lavorato dovrà lievitare e in questo processo troviamo l’azione di un’altra delle quattro sostanze che è l’aria, grazie alla quale avviene la fermentazione. Infine c’è il fuoco per la cottura della pizza, una pietanza unica non solo per il suo sapore ma perché riunisce in sé i principi della terra.

Dalla nostra penisola, la ricetta della pizza si è diffusa oltre oceano ed è uno dei prodotti più esportati al mondo, al punto da compromettere il Made in Italy. A livello internazionale si tengono campionati e competizioni tra i pizzaioli. Tra questi, l’evento più atteso è quello che si svolge nella terra d’origine della pizza: il “Napoli Pizza Village”, maratona iniziata in questi giorni che durerà fino al 7 settembre. All’evento ha partecipato anche il Presidente della Fondazione Univerde, Alfonso Pecoraro Scanio, che durante un convegno su “L’arte della pizza patrimonio Unesco – un’occasione per expo 2015″ ha lanciato su Change.org una petizione per chiedere che l’arte della Pizza sia inserita nella “Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità”.

«Il riconoscimento da parte dell’Unesco – spiega Alfonso Pecoraro Scanio – proteggerebbe la pizza e l’economia ad essa legata, dal fenomeno dell’italian sounding. Riconoscere la pizza è un’occasione per salvaguardare il made in Italy».

Un’azione che vuole difendere il Made in Italy dalle falsificazioni che si incontrano troppo spesso nel resto del Mondo, e una pietanza che fino ad ora è tutelata solo a livello europeo. L’Unione europea, infatti, su richiesta del parlamento italiano, ha concesso alla tradizionale pizza napoletana la denominazione di Specialità Tradizionale Garantita (STG). La pizza, però, è ormai diffusa a livello internazionale ed occorre fare di più per proteggere un simbolo della cucina italiana.

«Questa petizione – continua Alfonso Pecoraro Scanio – è rivolta ai tanti italiani e non italiani che amano il prodotto gastronomico più conosciuto del pianeta. Occorre ottenere per l’arte della pizza il prestigioso e meritato riconoscimento UNESCO. Difendiamo il made in Italy e l’economia legata alle nostre tradizioni sane».


PER FIRMARE LA PETIZIONE CLICCLA QUI

RASSEGNA STAMPA

Il Mattino

Rassegna Stampa_Arte della pizza Patrimonio Unesco

IV Rapporto Gli italiani e l’agricoltura, sicurezza alimentare e potenzialità del biologico

 18:04

Sarà presentato l’8 settembre a Bologna, in occasione del Sana, il IV rapporto: “Gli italiani e l’agricoltura” con un focus su sicurezza alimentare e potenzialità del biologico.

Ad esporre i risultati: Sandra Cuocolo, Ricercatrice Senior IPR Marketing.

Tra i relatori ci saranno: Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente Fondazione Univerde; Roberto Zanoni, Direttore Generale di EcorNaturaSì; Amedeo De Franceschi, Direttore della Divisione di Sicurezza agroalimentare del Corpo Forestale dello Stato (NAF); Vincenzo Vizioli, Presidente AIAB.

Vi aspettiamo alla Fiera di Bologna, in Piazza della Costituzione 6 Sala Melodia (Centro Servizi, 1° piano blocco B).

Per registrarsi occorre inviare una mail a info@fondazioneuniverde.it

In basso è possibile scaricare il materiale in PDF:

Sana 8 settembre 2014

4° Rapporto – Gli italiani e l’agricoltura – SANA.pdf

RASSEGNA STAMPA IV RAPPORTO