“OBIETTIVO TERRA” 2021: vince Andrea Benvenuti con la foto di due aironi bianchi maggiori scattata nella Riserva naturale statale Litorale Romano.

La foto vincitrice sarà esposta in piazza del Campidoglio a Roma insieme alla foto di Marco Gargiulo, vincitore della menzione speciale “Obiettivo Mare”.

Premio “Parco Inclusivo 2021”, in collaborazione con FIABA Onlus e Federparchi, per l’accessibilità e la fruibilità per le persone con disabilità e ridotta mobilità al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Prima edizione della Menzione speciale “Parchi dal cielo”, in collaborazione con Cobat, a uno scatto nel Parco Nazionale del Gennargentu.

 

(ROMA, 22 aprile 2021) È Andrea Benvenuti il vincitore della 12a edizione di “Obiettivo Terra” 2021, il concorso fotografico dedicato alla difesa e alla valorizzazione del patrimonio ambientale, del paesaggio, dei borghi, delle peculiarità e delle tradizioni enogastronomiche, agricole, artigianali, storico-culturali e sociali delle Aree Protette d’Italia, promosso dalla Fondazione UniVerde e dalla Società Geografica Italiana, con il supporto di Cobat (Main Partner del concorso) e Bluarancio (Partner Tecnico), per celebrare la 51esima Giornata Mondiale della Terra che si festeggia oggi in tutto il mondo. La foto vincitrice ritrae la danza di due aironi bianchi maggiori sui corsi d’acqua della Riserva naturale statale Litorale Romano (Lazio). Per la prima volta nella storia del concorso, il Primo Premio “Mother Earth Day” viene attribuito a una foto scattata in una Riserva statale.

Con questo fortunato scatto, il vincitore di “Obiettivo Terra” 2021, oltre al primo premio di € 1.000 (euro mille), la targa e la copertina del volume “Obiettivo Terra 2021: l’Italia amata dagli italiani” si è aggiudicato anche la Menzione speciale “Obiettivo Roma”, una delle novità di questa edizione, attribuita alla più bella foto scattata nelle Aree Protette della Città Metropolitana di Roma Capitale. All’autore della foto, è stata donata come Premio extra-concorso la moneta fior di conio da 2 Euro realizzata per il 150° Anniversario dell’istituzione di Roma Capitale d’Italia, coniata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e l’onore di veder esposta al pubblico, fino al 2 maggio, la gigantografia della propria foto in Piazza del Campidoglio a Roma, insieme alla vincitrice di “Obiettivo Mare”, scattata da Marco Gargiulo e terza classificata, che ritrae un cavalluccio marino immortalato sui fondali della baia di Puolo, nell’Area Marina Protetta Punta Campanella (Campania). Al secondo posto, si è classificata la foto del Parco Naturale Regionale dell’Aveto (Liguria), che ritrae una rana temporaria mentre depone le uova in uno specchio d’acqua, scattata da Stefania Urbini e vincitrice della Menzione “Animali”.

Le 12 foto vincitrici, com’è consuetudine, saranno associate ai mesi del calendario 2022 e saranno riportate nella pubblicazione che verrà dedicata alla 12a edizione di “Obiettivo Terra

La cerimonia di premiazione, trasmessa in diretta phygital con collegamento da Palazzetto Mattei in Villa Celimontana, è stata aperta, in presenza, da Virginia Raggi (Sindaca di Roma Capitale): “La pandemia non ha fermato la passione e la creatività delle persone. Il concorso fotografico Obiettivo Terra ne è la dimostrazione e le foto per celebrare le Aree Protette d’Italia sono state tantissime. Mi fa particolarmente piacere che una speciale menzione sia stata dedicata alla più bella foto scattata nelle aree protette della Città Metropolitana di Roma. In occasione della Giornata Mondiale della Terra, tutti noi dobbiamo ricordare l’importanza di tutelare l’ambiente che ci circonda. In questi anni, a Roma, abbiamo lavorato molto per rendere la nostra città più innovativa e sostenibile. Voglio ringraziare la Fondazione UniVerde e la Società Geografica Italiana per avere promosso questo concorso che valorizza, attraverso l’arte della fotografia, le bellezze naturali che l’Italia ha la fortuna di possedere”.

Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde: “Ora più di prima, è necessario investire sulle aree naturali per potenziare la loro tutela e la loro capacità di attrattiva. Il nuovo turismo, in fase di pandemia da Covid-19, ci sta insegnando che, anche in futuro, dovrà continuare a essere sicuro e sostenibile,distribuito in più luoghi e per tutto l’anno. Solo così sarà possibile sostenere il settore e, in particolare, le realtà al di fuori delle grandi città d’arte. L’Italia dei record in biodiversità naturali, culturali e agroalimentari deve essere leader mondiale in questa nuova sfida a cui siamo chiamati a rispondere. Dobbiamo imparare dall’emergenza coronavirus per un vero Green Deal investendo in un rinascimento ecologico con smart cities, mobilità sostenibile, produzione diffusa di energie rinnovabili, smartworking”.

Pecoraro Scanio ha poi ricordato la figura di Giuseppe Tarallo, indimenticabile promotore e presidente del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni (Campania), cui sarà dedicata nella prossima edizione del concorso fotografico un’iniziativa speciale.

Claudio Cerreti, Presidente della Società Geografica Italiana: “La premiazione del concorso Obiettivo Terra 2021 è una occasione, attesa e graditissima, per riconfermare insieme la grande attenzione che la Società Geografica Italiana ha per lo splendido patrimonio dei nostri parchi naturali e la grande soddisfazione di poter consolidare, anno dopo anno, una collaborazione intensa e fattiva come quella in essere con la Fondazione Univerde. L’alta qualità delle fotografie proposte dai candidati, a sua volta, rappresenta una documentazione che non ha bisogno di commenti e che ribadisce sia la vasta diffusione degli interessi naturalistici e paesaggistici nella cittadinanza sia la validità di una formula solida ed efficace”.

Barbara Floridia, Sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione: “Iniziative come questo concorso fotografico spingono chi vi partecipa e chi ne ammira il risultato ad apprezzare e dunque valorizzare il nostro patrimonio naturale. Quando l’essere umano sta dietro l’obiettivo e fotografa l’ambiente, lo rende protagonista, finalmente, in una società abituata a mettere al centro di ogni cosa l’uomo. Invito anche le scuole a replicare iniziative come queste o a parteciparvi, magari valorizzando gli spazi verdi intorno agli istituti scolastici”.

Dalila Nesci, Sottosegretaria al Ministero per il Sud e la coesione territoriale: “La grande capacità della fotografia in quanto strumento artistico è anche quella di generare curiosità in chi ne fruisce. E non c’è cura senza curiosità. Celebrare la 51ª giornata mondiale della terra con un evento come questo significa ribadire l’importanza di prendersi cura del mondo. È un piccolo grande passo compiuto in nome della bellezza e mi piace pensare in questi termini anche la scelta dell’attuale governo di istituire il Ministero per la Transizione Ecologica”.

Giancarlo Morandi, Presidente di Cobat, Main Partner del concorso: “Gli scatti di Obiettivo Terra ci regalano uno splendido scorcio della realtà che ci circonda. E ci ricordano che, appena possibile, c’è un tesoro da riscoprire con il turismo di prossimità. Un tesoro che è anche un patrimonio nazionale da preservare: per questo Cobat è da oltre 30 anni impegnato a ritirare e avviare al riciclo i prodotti che ogni giorno finiscono nelle isole ecologiche e gli scarti delle imprese, mettendo in pratica quell’economia circolare che ora l’Europa ci chiede di implementare”.

Per la prima volta, proprio in collaborazione con Cobat, è stata attribuita anche la Menzione speciale “Parchi dal cielo”. A vincerla, una foto scattata nel Parco Nazionale del Gennargentu (Sardegna), da Ivan Pedretti che ritrae le luminose e variopinte chiome degli alberi in autunno, nella veduta aerea del Passo di Tascusì. Il premio, attribuito alla più bella foto scattata con un drone nelle Aree Protette (ammesse solo foto scattate con le necessarie autorizzazioni), celebra il 2021 Anno internazionale dell’economia creativa per lo sviluppo sostenibile.

Giuseppe Peleggi, Direttore per l’innovazione tecnologica Coldiretti – Bluarancio, Digital Partner del concorso: “È evidente che l’uscita dal Covid deve portarci tutti a ragionare su un nuovo modello di sviluppo e crescita, molto più rispettoso dell’ecosistema. In questo sistema, il ruolo dell’agricoltura mostra il suo alto contenuto strategico, ma rispetto alla nuova centralità del cibo sano forti suonano i richiami delle sirene che propagandano anche nuove tecnologie risolutive. Assume una rilevanza primaria la nostra capacità di saper accrescere e controllare regole eticamente migliori da adottare per il rispetto della salute delle persone, nonché di quelle da pensare e immettere per guidare adeguatamente lo sviluppo delle innovazioni nel settore della biogenetica. In sostanza, oggi più di ieri, dobbiamo predisporci ad imparare come meglio discernere la scienza buona da quella cattiva”.

Sono inoltre intervenuti: Matteo Piantedosi (Prefetto di Roma), l’Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Giovanni Pettorino (Comandante Generale Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera); il Gen. Antonio Pietro Marzo (Comandante, Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari – Arma Carabinieri); Antonio Maturani (Direttore Generale per il patrimonio naturalistico, Ministero della Transizione Ecologica).

Alla diretta phygital, in presenza e in collegamento, hanno inoltre preso parte rappresentanti delle Istituzioni, delle aree protette italiane, delle associazioni ambientaliste e dei partners del concorso, gli autori delle foto vincitrici e alcuni componenti della Giuria di esperti, tra cui: Giampiero Sammuri (Presidente Federparchi), Fulco Pratesi (Presidente onorario WWF Italia), Rosalba Giugni (Presidente Marevivo), Antonio Cianciullo (Giornalista e scrittore), Fiorello Primi (Presidente I borghi più belli d’Italia), Chiara Bruni (Vice Presidente SOS Terra Onlus), Antonello Fiore (Presidente SIGEA – Società Italiana di Geologia Ambientale), Emanuele Coppola (Documentarista, fotografo e naturalista), Silvestro Serra (Direttore Magazine e Rapporto con i Media, Touring Club Italiano), Stefano Maiandi (Consigliere Nazionale FIABA Onlus).

Oltre ai premi ai partecipanti, è stato attribuito il Premio “Parco Inclusivo 2021”, in collaborazione con FIABA Onlus e Federparchi, al Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga (Abruzzo, Lazio, Marche) per gli interventi fatti per favorire l’accessibilità e la fruibilità alle persone con disabilità e a ridotta mobilità. Ha presentato il progetto il Presidente del Parco, Tommaso Navarra: si tratta della disponibilità di un elevato numero di joelette, speciali mezzi di trasporto a trazione umana, per favorire l’accesso alle escursioni in natura e garantire così il godimento della montagna da parte delle persone a ridotta mobilità e con disabilità gravi. L’organizzazione messa in campo per il loro affidamento e soprattutto l’impegno nella realizzazione di corsi per il rilascio di attestato di portatore, realizzano un sistema completo, attuabile e funzionale. Importante, nell’ambito del progetto, anche la scelta di promuovere lo sport inclusivo presso il parco, per coinvolgere le disabilità meno gravi in modo attivo.

Oltre al Primo Premio “Mother Earth Day”, sono state attribuite 11 tra Menzioni e Menzioni speciali e conferiti ulteriori tre Premi extra-concorso:

– Luciano Battaglia, autore dello scatto vincitore della Menzione “Paesaggio Agricolo (2021 Anno internazionale della frutta e della verdura), si è aggiudicato un week end presso l’Agriturismo Tenuta Chianchizza di Monopoli (BA) offerto da Terranostra Puglia. L’agriturismo fa parte della rete di Campagna Amica: mercati a Km0, delle aziende agricole, degli agriturismi e delle fattorie che sostengono l’agricoltura sostenibile e il cibo di qualità.

Premio “Pixcube_it” alla foto prima classificata, conferito da Saul Ripamonti (Co-fondatore network Pixcube.it) intervenuto in collegamento video: un buono voucher speciale per un viaggio-workshop-reportage a scelta tra i molti e prossimi eventi che si tengono nei parchi naturali d’Italia, disponibili online su Pixcube.it.

Premio “Lonely Planet magazine Italia”, alla menzione speciale extra concorso nata dalla collaborazione con la celebre testata da sempre attenta al turismo sostenibile e responsabile, conferito a Filippo Barbaria con l’istantanea dell’incantevole lingua di sabbia, lambita dagli stupendi e cristallini fondali, nella Riserva Naturale Orientata Laghetti di Marinello (Sicilia). Federico Geremei (Direttore Lonely Planet magazine Italia) ha attribuito il premio all’autore dello scatto, intervenuto in collegamento video.

Inoltre, grazie alla rinnovata collaborazione con Pianeta Foresty, che fin dalle primissime edizioni del contest ha favorito la piantumazione di nuovi alberi, nel corso della diretta streaming sono state messe a dimora 10 querce (Quercus Ilex) nella Riserva Naturale Oasi Le Mortine a Venafro (IS). Fabrizio Caniglia, responsabile del progetto Pianeta Foresty, ha dichiarato: “Sono profondamente orgoglioso della collaborazione nata dieci anni fa con i soggetti promotori di Obiettivo Terra. Andremo avanti in sinergia per combattere i cambiamenti climatici”.

Obiettivo del concorso fotografico è quello di valorizzare il lavoro quotidiano delle Aree Protette d’Italia, orientato alla tutela ambientale, alla salvaguardia della biodiversità, alla difesa delle tipicità locali e permettere la diffusione di un modello di turismo veramente ecosostenibile e responsabile, con la collaborazione con: SOS Terra Onlus, FIABA Onlus, Marevivo, Fondazione Campagna Amica, SIGEA – Società Italiana di Geologia Ambientale, Associazione “I Borghi più belli d’Italia”, Earth Day Italia.    

L’edizione 2021 di “Obiettivo Terra” ha ricevuto il patrocinio morale di: Senato della Repubblica; Camera dei Deputati; Ministero della Transizione Ecologica; Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Ministero della Cultura; Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali; Comune di Roma; Federparchi; Federculture e di tutti i Parchi Nazionali d’Italia, con l’adesione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.

Media Partners: LifeGate, Italpress, Teleambiente, Lonely Planet magazine Italia; Trekking.it, Eco in Città.

Partners Tecnici: Opera2030, Pixcube.it, Pianeta Foresty, Aracne editrice.

             
I NUMERI DI “OBIETTIVO TERRA” 2021.

1.650 le foto candidate quest’anno al concorso e pervenute da tutta Italia (il 60% in più rispetto alla precedente edizione). Di queste, 1.618 (98%) sono risultate conformi al regolamento e dunque ammesse (le non ammesse sono 32, pari al 2%). Sul totale delle foto, circa il 40% sono state candidate da under 35. Ogni partecipante ha avuto la possibilità di presentare al contest una sola foto a colori di cui: Parchi Nazionali (505 foto, pari al 31% delle foto ammesse), Parchi Regionali (691 foto, pari al 42%), Aree Marine Protette (152 foto, pari al 9%), Riserve Statali (52 foto, pari al 3%) e Riserve Regionali (250 foto, pari al 15%).

In questa edizione del contest, il Parco Nazionale più fotografato è il Gran Sasso e Monti della Laga (Abruzzo, Lazio, Marche) con 59 foto; il Parco Regionale più rappresentato è quello dell’Etna (Sicilia) con 28 foto, l’Area Marina Protetta più fotografata è invece quella di Punta Campanella (Campania) con 16 foto e, infine, la Riserva più rappresentata negli scatti dei partecipanti è la Riserva Naturale Isole dello Stagnone di Marsala (Sicilia) con 21 foto.

Delle 12 aree protette d’Italia premiate a “Obiettivo Terra” 2021, ben 5 hanno ricevuto per la prima volta un riconoscimento e sono: Riserva Naturale Statale Litorale Romano (Lazio), Parco Nazionale del Gennargentu (Sardegna), Parco Naturale Regionale dell’Aveto (Liguria), Riserva Naturale Orientata Isola di Stromboli e Strombolicchio (Sicilia), Riserva Naturale Orientata Laghetti di Marinello (Sicilia).

In totale, nelle 12 edizioni di “Obiettivo Terra”, fin qui disputate, sono state candidate ben 12.478 fotografie e sono stati premiati 22 Parchi Nazionali, 32 Parchi Regionali, 7 Aree Marine Protette, 1 Riserva Statale e 4 Riserve Regionali.

 

OBIETTIVO TERRA 2021

LE FOTO PREMIATE

PRIMO PREMIO “Mother Earth Day

Vince: Andrea Benvenuti

Oggetto foto: Danza di due aironi bianchi maggiori sui corsi d’acqua della Riserva Naturale Statale Litorale Romano (Lazio).

Foto vincitrice della Menzione speciale “Obiettivo Roma” (Premio alla più bella foto scattata nelle Aree Protette della Città Metropolitana di Roma Capitale).

 

MENZIONI.

Menzione “Alberi e foreste

Vince: Pierpaolo Salvatore

Oggetto foto: I faggi torti. Fantasmi danzanti nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga (Marche, Abruzzo, Lazio).

 

Menzione “Animali”:

Vince: Stefania Urbini

Oggetto foto: Rana temporaria che depone le uova in uno specchio d’acqua sul Monte Penna, nel Parco Naturale Regionale dell’Aveto (Liguria).

 

Menzione “Area costiera

Vince: Filippo Figlioli

Oggetto foto: Allineamento perfetto. Fenicotteri volteggiano sullo sfondo di un mulino a vento, nel suggestivo tramonto delle saline della Riserva Naturale Isole dello Stagnone di Marsala (Sicilia).

 

Menzione “Fiumi e laghi

Vince: Davide Biagi

Oggetto foto: Stelle alate a Merlino, nel Parco Adda Sud (Lombardia).

 

Menzione “Paesaggio agricolo (2021 Anno Internazionale della frutta e della verdura)”

Vince: Luciano Battaglia

Oggetto foto: Girasoli orolenticolari d’inverno a Castelluccio di Norcia, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Umbria, Marche).

 

Menzione “Patrimonio geologico

Vince: Ivan Bertusi

Oggetto foto: “Iddu”. La maestosa e incandescente sciara del fuoco lungo il vulcano di Stromboli, nella Riserva Naturale Orientata Isola di Stromboli e Strombolicchio (Sicilia).

 

Menzione “Turismo sostenibile

Vince: Fernando Privitera

Oggetto foto: Il guardiano del vulcano. Escursione nel Parco dell’Etna (Sicilia).

 

 

MENZIONI SPECIALI.

Menzione speciale “Borghi” (Premio alla più bella foto di un borgo situato all’interno di un’Area Protetta italiana, in collaborazione con l’Associazione “I borghi più belli d’Italia”)

Vince: Piero Landini

Oggetto foto: Veduta notturna del suggestivo borgo del Giglio Castello, sulle alture dell’Isola del Giglio, nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano (Toscana).

 

Menzione speciale “Obiettivo Mare” (per la migliore foto subacquea scattata in un’Area Marina Protetta, in collaborazione con l’associazione ambientalista Marevivo)

Vince: Marco Gargiulo

Oggetto foto: Elevation. Cavalluccio marino immortalato sui fondali della baia di Puolo, nell’Area Marina Protetta Punta Campanella (Campania).

 

Menzione speciale “Parchi dal cielo” (alla più bella foto scattata con un drone nelle Aree Protette per celebrare il 2021 Anno internazionale dell’economia creativa per lo sviluppo sostenibile, in collaborazione con Cobat. Premio conferito a chi è in possesso delle necessarie autorizzazioni e per fini di monitoraggio, tutela e conservazione della biodiversità)

Vince: Ivan Pedretti

Oggetto foto: Autunno in Sardegna. Le luminose e variopinte chiome degli alberi nella veduta aerea del Passo di Tascusì, nel Parco Nazionale del Gennargentu (Sardegna).

 

Menzione speciale extra concorso “Lonely Planet magazine Italia

Vince: Filippo Barbaria

Oggetto foto: Un delfino in fondo al mare. L’incantevole lingua di sabbia lambita dagli stupendi e cristallini fondali, nella Riserva Naturale Orientata Laghetti di Marinello (Sicilia).

 

 

Utilizzando il sito obiettivoterra.eu, accetti l'utilizzo dei cookie da parte della fondazione UniVerde. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi