Liberi dagli Ogm

Il prossimo 28 gennaio si sarebbe dovuta svolgere la Conferenza Stato regioni per approvare il documento in materia di coesistenza tra agricoltura convenzionale e coltivazioni OGM che sancisce la sperimentazione di colture geneticamente modificate in campo aperto. Il documento, però, è stato ritirato. Quindici regioni si sono dichiarate libere dagli OGM e hanno deciso di rinviare il dibattito sulla questione.

La decisione di bloccare la sperimentazione di colture OGM in campo aperto è stata una scelta condivisa e sostenuta anche da diverse associazioni ambientaliste. Ed è sicuramente positiva perché servirà ad aumentare la rete di protezione nei confronti dell’agricoltura di qualità italiana e a non scardinare la decisione, presa nel 2000, di mantenere in Italia una filiera OGM free.

E’ importante che le regioni abbiano dato ascolto al mondo dell’agricoltura e degli ambientalisti e non abbiano forzato su un provvedimento utile solo ad alcune multinazionali, e che avrebbe messo a rischio il nostro sistema agroalimentare di qualità.

Utilizzando il sito obiettivoterra.eu, accetti l'utilizzo dei cookie da parte della fondazione UniVerde. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi