Fukushima peggio di Chernobyl

Oggi riprende l’anno scolastico a Fukushima me nelle strutture il livello di radioattività, dopo il disastro nucleare, resta ancora troppo alto ed è 13 volte superiore al massimo consentito. I livelli di cesio hanno superato gli standard di sicurezza in materia di radioprotezione e Greenpeace ha invitato il Governo giapponese a ritardare l’inizio dell’apertura delle scuole.

Alcuni campioni, prelevati tra il 17 e il 19 agosto, hanno rilevato radiazioni fino a 1,5 millisievert (m/Sv) per ora (13,14 m/Sv all’anno) in una scuola che accoglie bambini dall’età prescolare fino alla scuola superiore e che già era stata decontaminata. Questi livelli sono ben al di sopra dei tassi accettati a livello internazionale di 1 m/Sv l’anno per gli adulti, e del tutto superiori a quelli raccomandati per i bambini.

Il team di esperti di Greenpeace ha anche esaminato un campione ottenuto dal suolo di un parco al centro della città di Fukushima dove si è riscontrata una radioattività di 2 m/Sv per ora. In alcuni comuni la concentrazione di Cesio è superiore al livello di contaminazione raggiunto nel 1986 a Chernobyl.

Sembra dunque che gli sforzi di decontaminazione del governo giapponese non siano sufficienti a tutelare la salute e la sicurezza dei più piccoli, ma le autorità e la Tepco continuano a escludere il pericolo.

Utilizzando il sito obiettivoterra.eu, accetti l'utilizzo dei cookie da parte della fondazione UniVerde. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi